Recensione IN VIAGGIO CON UNA ROCKSTAR (Get him to the Greek): Commedia esilarante e abbastanza originale

 

get_him_to_the_greek in viaggio con una rockstar poster locandina

 

In Viaggio con una rockstar  (Get him to the Greek)

Anno: 2010

Genere: commedia

Regia: Nicholas Stoller

Cast : Russell Brand, Jonah Hill, Rose Byrne, Elisabeth Moss, Sean ‘P. Diddy’ Combs, Lars Ulrich, Mario López, Christina Aguilera

Nelle sale italiane: 8 Luglio 2011

Trailer ENG

Budget e Botteghino

Questo fine settimana arriva nei cinema italiani una commedia americana di natura demenziale ma che ho trovato spassosissima e che mi sento di consigliare.

Il film e’ uscito negli Usa un anno fa, e finora ha registrato un buon successo di pubblico e di critica, attestandosi su un incasso di circa 90 ML di dollari, più’ del doppio del budget originale di produzione, fermo a circa 40 ML di $.

Trama e Recensione

In Viaggio con una rock star (Get him to the Greek) annovera tra i suoi protagonisti molti degli stessi attori che avevano preso parte alla commedia a sfondo sentimentale, Non mi scaricare (Forgetting Sarah Marshall – letteralmente: Dimenticando Sarah Marshall ) , e in qualche modo, seppur la storia sia completamente diversa, e alcuni dei protagonisti del primo non siano piu’presenti qui, potrebbe essere anche visto come un sequel.

Detto cio’, sappiate che non e’ necessario vedervi prima Non mi scaricare per apprezzare a pieno In viaggio con una rockstar, in quanto le storie sono ben distinte l’una dall’altra, piuttosto se vi piace quest’ultimo e non avete visto il suo predecessore, consiglio di fare il percorso inverso.

Tra i protagonisti del primo film ritroviamo invece la figura dell’eccentrico Aldous  Snow, cantante degli Infant Sorrow, gruppo assurdo ideato ad hoc per questa serie di film, e interpretato da Russel Brand, di recente visto anche nel remake di Arthur oltre che nel già citato Non mi scaricare.E’ proprio con le riprese dell’ultimo video della band, ”African Child”, che il film si apre, mostrando come , anche a causa dell’insuccesso di questo nuovo singolo, la carriera di Aldous Snow abbia preso una piega a dir poco preoccupante.

Con una serie di filmati spesso esilaranti, montati ad arte, che ripercorrono gli ultimi mesi di questa sua “discesa”dall’Olimpo delle rock star, il film ci riporta velocemente fino ai giorni presenti.

E’ qui che entra in gioco un altro attore, molto famoso negli Usa, e che già aveva partecipato a Non Mi scaricare, seppur con una parte secondaria.

Parliamo di Jonah Hill, che in questo film interpreta Aaron Green, un giovane talent scout che cerca di mettersi in mostra agli occhi del produttore musicale per cui lavora, Sergio Roma, interpretato con grande bravura e effetto da Sean ‘P. Diddy’ Combs , che se non erro sarebbe Puff Daddy.

Aaron, complice un litigio con la sua fidanzata che vuole trasferirsi per lavoro a Seattle, riesce a convincere Sergio a farsi mandare a Londra a prendere Aldous Snow, con il compito, che come vedremo non sarà per nulla facile, di portarlo pochi giorni piu’ tardi al teatro Greek di Los Angeles.Li’dovrà tenere un concerto che servirà sia a rinfrancare la carriera di Aldous sia a rimpinguare le tasche della casa discografica di Sergio.

Il film si snoda tutto tra questo viaggio, e la difficoltà di tenere a bada e anche semplicemente controllare le bizze della rockstar e i suoi vizi, tra droghe di ogni tipo (fantastica la scena in cui fumano un “Jeffrey”, una sorta di spinello che contiene ogni tipo di droga esistente al mondo con conseguenze davvero comiche, specie nel finale con la canzone Furry walls (Muri di peluche), e poi tra casinò, prostitute, ubriachezza molesta e persino celebrità varie (alcune di queste appaiono interpretando se stessi).

Il nostro Aaron sarà pronto a subire (quasi) tutto, abbassandosi anche alle richieste piu’ stravaganti e impertinenti della rockstar, pur di riuscire a condurlo in tempo allo show, così da non vanificare l’occasione della sua vita per impressionare il capo e dare una svolta alla sua carriera.

Il regista, Nicholas Stoller, e’ lo stesso di “Non mi scaricare”, e da’ un’ impronta molto dinamica al film, non ci si annoia mai.Personalmente questo film mi e’ piaciuto molto, ma lo ammetto, mi aveva divertito anche il suo predecessore, e trovo Russel Brand e il suo accento inglese molto divertenti.

Trovandoci di fronte alla versione italiana, l’unica paura e’ che non si riesca a tradurre a pieno l’humour della versione originale, seppur un certo humour, ci tengo a sottolinearlo, spesso grossolano, a volte no, e’ comunque universalmente apprezzabile.

In Viaggio con una Rockstar e’ comunque pieno di gags divertenti e situazioni esilaranti, e tutti i personaggi che ne fanno parte hanno un certo appeal contribuendo a far passare allo spettatore due ore di spasso.

Il punto e’ tutto sulla comicità: se avete riso con “Non mi scaricare”, ma anche con altri film semi demenziali e non, come  per esempio “40 anni vergine”, questo e’ sicuramente il film che fa per voi.

Per la sua trama molto veloce e gli eventi che si susseguono a ritmo forsennato, portando i protagonisti da una parte all’altra del mondo e confrontandosi con situazioni (spesso assurde) e sempre diverse, In viaggio con una rockstar può anche essere accostato a film come “Una notte da leoni” (The Hangover), e se non posso garantirvi che vi farà ridere allo stesso modo, sicuramente si differenzia da tanti altri film del genere per avere un minimo di originalità, oro colato ai giorni nostri.

VOTO:  8

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), COMMEDIA, CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, Entertainment e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Recensione IN VIAGGIO CON UNA ROCKSTAR (Get him to the Greek): Commedia esilarante e abbastanza originale

  1. Pingback: Recensione CATTIVI VICINI (Neighbors): Commedia certo non sottile ma a tratti divertente. Il doppiaggio in italiano è invece patetico. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...