Recensione TRANSFORMERS 3 DARK OF THE MOON : Azione ed effetti speciali all’ennesima potenza.

Transformers 3 – Dark of the Moon

Anno: 2011

Genere: azione, avventura, fantascienza

Regia: Michael Bay

Cast: Shia LaBeouf, Tyrese Gibson, John Malkovich, Frances McDormand, Rosie Huntington-Whiteley, Josh Duhame

Nelle sale italiane: 29 giugno

Trailer ITA: http://www.youtube.com/watch?v=FCxayCjGjxk

Web: http://www.transformersmovie.com/

Budget e botteghino

Transformers – Dark of the Moon e’ il terzo capitolo della saga basata sui famosi giocattoli hasbro, capace negli anni di guadagnarsi un posto nell’olimpo dei film piu’visti in assoluto.

Il film, che ha debuttato al cinema quasi contemporaneamente in tutto il mondo il 29  giugno, ha già raccolto infatti circa 700 ML di $ al botteghino, a fronte però di un budget molto importante, (200 ML di $ ma vi sono voci che sostengono sia persino piu’ alto), che a detta degli esperti del settore lo’ porterà’ ben presto tra i dieci film nella storia del cinema capaci di incassare un miliardo di dollari, obiettivo ormai alla portata della nuova creatura di Bay.

Trama e Recensione

Dark of the moon inizia un flashback di 50 anni, che ci riporta al momento in cui l’uomo mette piede per la prima volta sulla luna.

Gli astronauti americani appena toccato il suolo, si accorgono di non essere soli, e scoprono l’esistenza di un veicolo alieno, che scatenerà la corsa da parte degli Autobots e dei Decepticons per essere i primi a impossessarsi dei suoi segreti.

Dopo questo prologo/flashback che ci aggiorna sugli sviluppi della storia, ritroviamo Sam Witwicky interpretato da Shia LaBeouf, che fresco di laurea non e’ ancora riuscito a trovare un lavoro, e continua a presentarsi a dei colloqui sperando finalmente di colpire nel segno.

Come anticipatamente annunciato, al suo fianco non troviamo piu’ la sensuale Megan Fox, rimossa per il suo caratteraccio da prima donna e qualche screzio con il regista, ma la comunque bellissima Rosie Huntington-Whiteley, che veste i panni della nuova ragazza di Sam, Carlie, con un lavoro cool e super remunerato e un capo che ben presto farà molto ingelosire Sam.

Il capo in questione, Dylan, e’ interpretato da Patrick Dempsey, famoso per la serie televisiva Grey Anatomy, ennesima stella di questo film che oltre agli habitué’ come LaBeouf presenta diversi nomi interessanti.

Qui l’ex dottore  si destreggia per la prima volta nel classico ruolo del cattivo, e possiamo dire che se la cava abbastanza bene, risulta infatti credibile e per un attimo fa dimenticare il personaggio della serie televisiva che lo ha reso celebre.

Tornando alla protagonista femminile, Rosie Huntington-Whiteley era, almeno agli occhi dei fan piu’ accaniti del film, una delle incognite piu’ grandi, essendo gran parte del pubblico ammaliato da Megan Fox, in molti l’avrebbero voluta vedere anche in questo capitolo della serie, e inizialmente non hanno gradito il cambio.

Io trovo che questa bellissima modella qui votatasi al cinema, non faccia rimpiangere le pose della Fox, anzi, e non vedendo per quel poco che concerne la recitazione, sostanziali differenze tra l’una e l’altra, la considero una piacevole novità all’interno del film.

Nel cast oltre alla presenza di John Turturro, che certo non e’ una novità, troviamo anche quella invece inusuale di John Malkovich, che nel film ha il ruolo del capo molto particolare da cui Sam verrà finalmente assunto e otterrà il suo primo lavoro come ragazzo che consegna la posta.

Come al solito non voglio addentrarmi troppo sulla trama del film, ma per questo terzo capitolo aspettatevi un po’ meno humour.Si ride quasi esclusivamente all’inizio, quando con alcuni flashback vediamo le interviste fallite di Sam o i suoi brevi momenti di gloria dopo aver salvato il mondo, oppure ogni qual volta appaiono i suoi genitori (il padre riferendosi alla macchina di Sam, lontana per una missione, lo prende in giro con un : ”persino lei ha un lavoro” ), ma a parte questi e altri rari momenti, il film e’ quasi completamente incentrato sull’azione, e sulle classiche scene di combattimento tra autobots.

Gli effetti speciali, manco a dirlo, sono di prima classe, e sempre godibilissimi, a differenza dei precedenti capitoli ho trovato i combattimenti e le trasformazioni piu’ fruibili in quanto spesso vengono riprodotti usando il rallenty, e senza per questo far sì che l’azione ne venga danneggiata.

La trama, grazie anche a queste intersezioni con la storia, sembrerebbe aggiungere qualcosa in piu’ rispetto al classico format transformers, o questo almeno e’ quello che vorrebbe farci credere il regista, mentre in realtà, a parte il flashback iniziale e poco altro, l’idea non viene molto sviluppata e ben presto l’attenzione viene catalizzata esclusivamente dalla solite epiche battaglie tra robots.

Per questa ragione se vi siete divertiti con i primi due capitoli dei Transformers, non c’e’ dubbio che anche questa volta non rimarrete delusi, e viceversa, se questo tipo di film non vi e’ mai piaciuto non aspettatevi sorprese particolari in quanto il film non ne riserva.

Dark of the Moon, dura due ore e piu’, ma riesce comunque a intrattenere lo spettatore, la trama scorre senza particolari sussulti ma potremmo dire che non ci si annoia proprio mai ( a patto che vi piacciano battaglie di mezz’ora tra robots con inseguimenti vari etc) e soprattutto a livello visivo le scene riprodotte sono davvero imponenti e maestose.

Ma sembra che i fan di Michael Bay questo vogliano: battaglie interminabili, lotte tra autobots e decepticons, una trama veloce e tanti tanti effetti speciali.

Anche questa volta allora rimarranno pienamente soddisfatti.

VOTO:   

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...