Recensione CAPTAIN AMERICA – IL PRIMO VENDICATORE: Superhero movie godibile e intrigante ma ricco di cliche’.

Captain America: Il Primo Vendicatore (Captain America: The First Avenger)

Anno: 2011

Genere: azione, avventura

Regia: Joe Johnston

Cast: Chris Evans, Tommy Lee Jones, Hugo Weaving, Hayley Atwell, Sebastian Stan, Dominic Cooper, Toby Jones, Neal McDonough, Derek Luke, and Stanley Tucci

Nelle sale italiane: 22 luglio

Trailer ITA: http://www.youtube.com/watch?v=cnmW_UZ4GwE

Web: http://captainamerica.marvel.com/intl/it/

Budget e Botteghino

Questa nuova trasposizione di uno dei piu’famosi personaggi Marvel ha esordito nel suo primo weekend di programmazione con 65 ML di $, scalzando Harry Potter, che ha ormai raggiunto il miliardo di $.

Il budget del film si aggira sui 140 ML di $ e ha incassato finora in tutto il mondo circa 170 ML di $; al momento e’ già in produzione il secondo capitolo di questa storia che dovrebbe vedere la luce nel 2012.

Trama e Recensione

Captain America e’ nell’insieme un fedele adattamento del fumetto che nacque negli anni 40, e riesce a catturare le atmosfere tipiche di quel periodo, con gli Usa impegnati nel secondo conflitto mondiale.

Il film e’ infatti imperniato di temi come il patriottismo, certo non nuovo nel cinema Usa, e la sempre attuale lotta tra bene e male, ruolo che in questo caso tocca ai nazisti.

La storia si svolge infatti a cavallo della seconda guerra mondiale, e un po’ per la presenza dei tedeschi, un po’ perché anche qui si cercano cimeli del passato, e’ stato da molti paragonato al primo Indiana Jones, complice anche il fatto che il regista sembra aver contribuito al celebre film con Harrison Ford.

A prescindere da queste due facili similitudini, non credo ci sia materiale per poter tirare in causa un film di quelle proporzioni, e mi trovo quindi in disaccordo con questa tesi.

Captain America si sviluppa proprio mentre gli Stati Uniti sono da poco entrati in guerra, migliaia di uomini si arruolano per difendere il paese, spinti dal grande patriottismo che anima la nazione compatta nel voler sconfiggere i soldati di Hitler.

Steve Rogers vorrebbe far parte dell’esercito e prova a farsi arruolare in ben 5 città diverse, ma ogni volta la risposta che ottiene e’sempre la stessa: rejected (rifiutato), a causa del suo fisico troppo minuto e mingherlino e della sua salute cagionevole.

La perseveranza di Roger viene però notata da Dr. Abraham Erskine, uno scienziato che lavora per l’esercito con la missione di creare un super soldato che possa aiutare il Paese in un momento così drammatico.

Il dottore viene particolarmente colpito dall’integrità’del ragazzo, dalla sua purezza e semplicità, e dalla sana voglia di essere una persona normale, per bene, convinto che queste siano credenziali importantissime per la buona riuscita del progetto.

Captain America Il Primo Vendicatore e’ interpretato in maniera abbastanza convincente da Chris Evans, che ben riesce a caratterizzare questo giovane che, da piccoletto e debole e anche un po’ sfigato, con l’aiuto di un particolare esperimento, diventa grande e grosso, muscoloso e possente, ma sempre animato di grande umiltà.

Proprio per questa sua metamorfosi, il personaggio di Evans si fa presto ben volere e questo contribuisce a rendere lo spettatore partecipe del film, e a farlo schierare dalla parte del nostro eroe nella sua battaglia contro il male.

Male che oltre ai noti nazisti, viene impersonificato dal personaggio di Red Skull (Teschio Rosso), al quale ha prestato il volto il noto Hugo Weaving , che tutti ricordiamo principalmente per aver interpretato l’agente Smith nella trilogia di Matrix.

Tra gli altri attori del film, oltre a Hayley Atwell, nel ruolo di Peggy Carter, collaboratrice del Dottor Erskine con un debole fin da subito per Steve, vale la pena ricordare anche il bravissimo Tommy Lee Jones, che recita la parte di un generale burbero ma dalla spiccata ironia, al quale sono affidati alcuni dei rari momenti comici di tutto il film.

Il regista del film e’ Joe Johnston, di cui ricordiamo tra tutti Jumanji e il terzo capitolo di Jurassic Park (di cui Spielberg ha recentemente annunciato che tra un paio d’anni vedremo anche il quarto ), e che aveva piu’recentemente diretto anche The Wolfman.

Captain America e’ un buon film d’azione, con una trama abbastanza interessante, specie nella prima parte, che lascia poi spazio a un po’ troppi cliché, e al classico scontro finale, che però non ci emoziona piu’ di tanto, perché decisamente troppo scontato e privo di trovate particolari.

Se il film nella prima parte ci seduce maggiormente perché ci viene spiegato il processo che porta alla nascita di Captain America, quando invece ci si dovrebbe aspettare una conclusione degna delle premesse, il film fallisce nel creare suspense e vero interesse, apparendo in alcuni casi piuttosto prevedibile e adottando soluzioni che non possiamo davvero definire originali.

L’unica nota positiva nel finale e’ la sorpresa negli ultimi minuti ( e come tale non posso svelare nulla) che chiaramente ci indica come si stia già lavorando ad un sequel di questo primo capitolo, che certo non demerita, ma a mio parere neanche eccelle.

Un’altra cosa che ho trovato abbastanza bizzarra e’ un uso fuori luogo di effetti speciali ma anche ambientazioni che non mi sembrano molto verosimili per gli anni in cui la storia e’ ambientata.

Mi spiego meglio: ci troviamo all’inizio degli anni 40 , ma quando Roger con un amico si reca a una fiera sul futuro, l’impressione e’ che, a parte gli abiti degli attori, ci si trovi nei giorni nostri, neon, luci di ogni tipo, colori sgargianti, insomma, io temo che non fosse proprio così.

Stesso discorso per armi, laser, macchine che sembrano quelle di Batman, elicotteri che neanche ai giorni nostri, insomma, capisco la dimensione fumettistica del film, ma secondo me potevano creare qualcosa di piu’ fedele alla realtà senza per questo perdere in spettacolarita’.

Questo nuovo film di supereroi e’ comunque godibile, e si tratta certamente di un ottima trasposizione del fumetto Marvel, che di sicuro non deluderà gli ammiratori del fumetto, e chiunque abbia voglia di passare un paio d’ore guardando un film d’avventura con tanti effetti speciali e nel complesso un buon cast.

Non aspettatevi però di vedere un film eccezionale capace di tenervi incollati alla poltrona, o che vi riservi particolari sorprese, non e’ proprio questo il caso. Per fare un esempio recente che riesca a darvi un idea del valore di questo film, il prequel di X-Men e’ nettamente superiore in tutto, godetevi quindi Captain America, ma senza aspettative troppo alte.

VOTO: 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...