Recensione I PUFFI: Un film di cui avremmo fatto volentieri a meno.

I Puffi (The Smurfs)

Anno: 2011

Genere: animazione, avventura, commedia,

Regia: Raja Gosnell

Cast : Hank Azaria, Katy Perry, Jonathan Winters,  Neil Patrick Harris, George Lopez

Nelle sale italiane: 16 Settembre 2011

Trailer ITA

Web

Budget e Botteghino

I Puffi ha esordito negli Stati Uniti il 31 luglio, e di lì a poco il film è stato distribuito quasi ovunque nel mondo.

Il budget  è abbastanza importante, parliamo di circa 110 ML di $, di cui solo 136 ricavati sul territorio americano, mentre altrove gli incassi sono stati invece trionfali, con un totale vicino ai 458 ML di $.

Per questa ragione ovviamente è già programmato un secondo capitolo, la cui data d’uscita dovrebbe essere nel 2013.

Trama e Recensione

Il film ci propone i tanto amati omini blu catapultatati nei giorni nostri, ed è proprio  questo mix tra cartoni e film, tra passato e moderno, che il regista ha voluto usare per intrattenerci, con risultati, a mio parere, davvero modesti.

La trama vede per l’appunto i puffi, che per scappare da Gargamella, capace finalmente di scoprire il loro villaggio incantato, fuggono attraverso una porta magica che li fa arrivare come per magia nella New York di oggi, e come facilmente potete immaginare, anche Gargamella e la sua Birba li raggiungeranno, così che la pellicola si animerà poi di inseguimenti vari e scene più (ma sopratutto meno), divertenti.

Tra le poche note positive di questo film, mi permetto di spezzare una lancia a favore di Hank Azaria, che interpreta con efficacia il ruolo di Gargamella, che, insieme alla mitica Birba, sono gli unici personaggi che ci offrono qualche raro momento di comicità durante tutta la pellicola, che di contro riesce persino a tratti ad essere noiosa.

I Puffi seppur presenti nella maggior parte delle scene, protagonisti del film come il titolo ci suggerisce, non riescono a rendersi quasi mai simpatici, i loro personaggi sono assolutamenti incapaci di aggraziarsi le simpatie dello spettatore, e quindi quasi per assurdo, si fa spontaneamente il tifo per Gargamella e Birba, invece che per gli ometti blu.

La storia poi è davvero banale, e d’accordo che questo è un film prodotto per bambini, ma ciò non può giustificare una trama così poco efficace, con una fine che sembra messa lì per la sola ragione che il film doveva terminare.

Il connubio cartone animato-film, che in tante altre occasioni aveva funzionato, qui non sembra invece dare buoni frutti, sicchè questo ibrido produce una storia dove nè i cartoni animati nè i personaggi in carne ed ossa hanno una vera dimensione, tutto è molto confuso, senza particolari momenti comici e con le solite scorribande che solo in qualche raro momento sono capaci di strapparci un sorriso.

Non posso commentare riguardo all’effetto 3D, ma immagino che ci siano in giro film migliori, anche per bambini, dove divertirsi con l’effetto tridimensionale, ma pur sempre vedendo un film almeno accettabile.

In conclusione una pellicola che vorrebbe strizzare l’occhio ai bambini che mai avevano visto il cartone originale, e che allo stesso tempo cerca di attirare un pubblico nostalgico di chi li aveva seguiti da bambino e ora non lo è più, senza però davvero riuscire ad accontentare nessuno dei due.

I Puffi è un film a tratti quasi noioso, in alcuni momenti senza senso e imbarazzante (come quando Gargamella si mette a orinare nella fontana di un ristorante), che potrebbe forse anche piacere ai bambini sotto i 7 anni, io però la mano sul fuoco non ce la metterei.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COMMEDIA, Entertainment e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...