Recensione TOMBOY: Sarà colpa mia, quindi abbiate pazienza, ma questo film non mi ha impressionato affatto.

Tomboy

Anno: 2011

Genere: drammatico

Regia: Céline Sciamma

Cast: Zoé Héran, Malonn Lévana e Jeanne Disson

Nelle sale italiane: 7 ottobre

Trailer ITA:http://www.youtube.com/watch?v=MtpuwLWJokE

Budget e Botteghino

Il budget dichiarato per questa pellicola francese è di circa 1 ML di $, al momento l’incasso totale supera di poco i 14 ML di $.

Trama e Recensione

Tomboy è un film francese che si discosta di molto dai film “muscoli e robot” (come avrebbe detto il Marco Masini di qualche anno fa) che affollano i cinema dei giorni nostri. Il film racconta invece una storia quasi bucolica, senza avvenimenti particolari o la benchè minima azione, centrata su di una ragazzina di 10 anni, Laure, che, appena trasferitasi con la famiglia in una nuova cittadina, decide di farsi passare per un ragazzo agli occhi dei nuovi amici, fin quando, verso la parte finale del film, verrà ovviamente smascherata, trovandosi di fronte alla conseguenze delle sue azioni.

Questo suo volersi far passare per un ragazzo fa nascere una particolare amicizia con una coetanea, Lisa, così che tra i due poco a poco nasce una certa attrazione, essendo la ragazzina attratta dalla complessità del carattere di Laure/Mickaël, che a suo stesso dire appare così diverso dagli altri ragazzi del gruppo.

Premetto che avevo letto qualche recensione su alcuni quotidiani nazionali e tutti ne parlavano benissimo, evidenziando appunto come in questi tempi, un film tanto particolare e inconsueto li avesse colpiti positivamente, sicchè anche io speravo di potermi godere un film semplice ma bello, almeno così lo avevo immaginato.

Ora, nonostante io sia da sempre aperto verso qualsiasi tipologia di film, senza disdegnare nè il blockbuster americano ma neanche la pellicola di nicchia alternativa polacca, devo purtroppo ammettere che non sono rimasto particolarmente impressionato da Tomboy.

Il film racconta momenti di vita semplice di un gruppo di ragazzini, e grazie a questi episodi, vediamo come la protagonista affronti queste situazioni cercando di dissimulare la sua reale esistenza di donna, e per esempio di come si trovi in difficoltà, quando giocando con gli altri in un parco, deve andare al bagno o quando deve creare un pisellino di pongo da mettersi sotto le mutande per farsi il bagno al lago e non destare sospetti, e così via discorrendo per tutto il film.

Chiaramente la regista ha fatto leva sulla semplicità della storia, che però nasconde una certa complessità se consideriamo le questioni che il film stesso solleva, in quanto il tema principale  è quello dell’identità sessuale nel tempo dell’infanzia, e, di questo sicuramente gli va dato atto, l’argomento viene trattato con grande sensibilità.

Chiudo velocemente citando una delle tantissime recensioni che elogiano il film, questa in particolare scritta da Jennifer Lesieur:

“Per Laure, farsi passare per un ragazzo non è solamente un gioco, la sua identità si costruisce quando la minaccia dell’adolescenza è all’orizzonte. Questo è tutto il miracolo del film, sublimato dalla luce estiva: mostrare attraverso una porta socchiusa che i bambini sono esseri complessi che gli adulti non capiranno mai. A parte Céline Sciamma.”

E infatti mi pare che questo film, a parte i critici di professione che in coro esaltano e elogiano la pellicola (e già questa uniformità di giudizio mi insospettisce e non poco …), lo abbiano capito davvero in pochi, e mi spiace tanto, ma io, senza voler essere a tutti i costi un bastian contrario, proprio non figuro tra questi eletti.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cinema francese, Entertainment e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...