Recensione COLOMBIANA: Ennesimo film sparatutto senza un briciolo di originalità.

Colombiana

     

Anno: 2011

Genere: azione, avventura, dramma,

Regia: Olivier Megaton

Cast: Zoe Saldana, Jordi Mollà, Lennie James, Michael Vartan

Nelle sale italiane: ??? (ma credo presto)

Trailer ENG

 

Budget e Botteghino

A fronte di un budget di 40 ML di $, al momento gli incassi di Colombiana, (che ha comunque debuttato solo da qualche giorno), sono di quasi 23 ML di $, quindi davvero un ottimo inizio.

Trama e Recensione

Colombiana è un film di azione diretto da Olivier Megaton e con la sceneggiatura di Luc Besson.

La trama è la seguente: Cattleya (il cui personaggio è interpretato da Zoe Saldana), all’età di nove anni assiste allo sterminio del padre e della madre per mano di un gruppo di trafficanti, il cui mandante e’ Don Luis.

Riuscendo miracolosamente a scappare dalla Colombia e rifugiatasi in Usa presso uno zio, anch’egli malavitoso, la bambina decide che la vendetta è il suo unico obbiettivo e per ottenerla, diventerà una killer professionista, una macchina da guerra pronta a tutto pur di saziare la sua brama di giustizia.

La storia così come si presenta è piuttosto semplice e molto scopiazzata, quanto basta per farci storcere il naso sin dai primi minuti, seppur non nuoce ripetere che questo tipo di film vive molto spesso di azione e sparatorie piuttosto che thriller e dialoghi, quindi, aihmè, la trama passa a volte in secondo piano.

Era questo per esempio il caso di Hanna, (che presenta tra l’altro una storia pressoché identica ma di parecchio anteriore a Colombiana), ma, a differenza del film di Joe Wright, la pellicola del regista francese Megaton non offre affatto le stesse maestrie stilistiche a livello di regia, così che il risultato è uno sparatutto condito sì con tanta azione, ma al tempo spesso prevedibile, privo di originalità e come se non bastasse, alquanto inverosimile che produce poca suspence.

Storie di uomini, o piu’ recentemente anche di donne, che cercano vendetta non sono in realtà affatto rare nel cinema, così che si potrebbe disquisire sull’originalità del filone stesso, o sui tanti film che presentando una storia simile sono stati invece universalmente apprezzati.

Avendo però come sceneggiatore Luc Besson ci si sarebbe potuto aspettare decisamene di piu’, non dimenticando poi che proprio lui anni fa aveva inaugurato la serie della donna assassino perfetto con il celeberrimo Nikita.

Un film come questo che presenta invece gli stessi connotati delle prime creature di Besson, ma manca totalmente di classe, thriller e soprattutto originalità, non può e non deve essere accolto favorevolmente

Zoe Saldana, che non mi sento di giudicare visto il ruolo che ha nel film, e’ infatti una specie di Rambo, nel senso che uccide sempre tutto e tutti, sia con la pistola che menando come un ossesso chiunque le capiti dinanzi.Fa cose impensabili con la facilità con cui un bambino mangia un gelato e le dice sempre e comunque maledettamente bene, con a volte la tendenza a sfiorare quasi il ridicolo.

Una delle piu’ grandi note dolenti di Colombiana e’ l’assoluta prevedibilità della storia: non appena inizia il film immaginiamo ciò che succederà piu’ in avanti, senza purtroppo essere mai smentiti e senza il minimo bisogno di essere veggenti.

Ora non fraintendetemi, questa pellicola può tranquillamente intrattenere lo spettatore per tutta la sua durata, complice il ritmo abbastanza serrato e l’azione continua che lo caratterizzano, quindi specie per coloro a cui piace il genere sparatutto con fughe, esplosioni e scazzottate, Colombiana resta comunque un’opzione e, mio malgrado devo ammetterlo, neanche io mi sono proprio annoiato.

Si tratta però di un film da vedere a cervello assolutamente in stand by, così da non porsi mai domande e da non notare i mille cliché e la totale assenza di sorprese o suspence, altrimenti il vostro cervello potrebbe sentirsi insultato da tutto ciò e, credetemi, non è una bella sensazione.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema francese, Entertainment e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione COLOMBIANA: Ennesimo film sparatutto senza un briciolo di originalità.

  1. Pingback: Recensione LOCKOUT : Tutto più o meno già visto ma almeno non ci si annoia e il film non richiede vaste porzioni di materia celebrale per essere apprezzato. | prossimamenteneicinema

  2. Pingback: Recensione TAKEN 2 (Taken: La Vendetta): Un sequel indecente, fatto di sparatorie, tante botte e una totale mancanza di realismo. Il primo capitolo è un lontano ricordo. | prossimamenteneicinema

  3. Pingback: Recensione LOCKOUT : Tutto più o meno già visto ma almeno non ci si annoia e il film non richiede vaste porzioni di materia celebrale per essere apprezzato. | prossimamenteneicinema

  4. Pingback: Recensione TAKEN 3 – L’ora della verità: …E La verità è che avrebbero dovuto fermarsi anni fa. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...