Recensione MIDNIGHT IN PARIS: Il buon Woody Allen può fare di meglio, ma ci regala comunque un film piacevole

Midnight In Paris

Anno: 2011

Genere: commedia, fantasia, romantico

Regia: Woody Allen

Cast: Owen Wilson, Rachel McAdams, Kathy Bates, Carla Bruni, Adrien Brody

Trailer

Nelle sale italiane: 1 dicembre

Budget e Botteghino

Questo film è costato circa 17 ML di $, ma ha avuto un ottimo successo commerciale anche negli Stati Uniti (solitamente Allen è più apprezzato dalle nostre parti), totalizzando circa 55 ML di $.

Ottimo anche l’apporto di pubblico lontano dagli Usa, che porta il totale a 134 ML di $,   un’enormità anche per i film di Woody Allen.

Trama e Recensione

Midnight in Paris si apre, ispirandosi (per non dire copiando) l’incipit dal celebre Manhattan, e proponendoci quindi un avvio fatto di belle riprese delle zone più rappresentative di Parigi, con il sole e con la pioggia, in momenti di caos ma anche di calma, con un sottofondo strumentale di bella musica francese che neanche nella sigla di Lupin.

Questi primi 3 minuti sono probabilmente la mia parte preferita di tutto il film.

Nonostante il resto della pellicola scorra piacevolmente, con una storia che offre diversi spunti e un cast di attori decisamente di primo livello, a mio modestissimo parere però questo film non decolla mai davvero e mette secondo me troppa carne sul fuoco.

Midnight in Paris racconta di una giovane coppia di successo di Los Angeles che insieme ai genitori di lei, arriva a Parigi per ragioni di business, ma anche con l’occasione di sfatare le idee romantiche di Gil (Owen Wilson), aspirante scrittore con l’idea che vivere nei luoghi dove arte e cultura hanno trionfato nel secolo scorso, rappresenti la soluzione ideale di vita, a dispetto invece di quel che offre la loro soleggiata città californiana.

Senza raccontare troppo della storia che immagino sia già ampliamente svelata nel trailer, Gil, dopo essersi perso camminando di notte per la città, alla ricerca di un taxi, viene catapultato negli anni 20, epoca che nel suo immaginario rappresenta un momento mitico, e nella quale aveva sempre voluto vivere.

Un viaggio nel tempo che gli permette di incontrare personalmente scrittori, artisti e personaggi illustri, con i quali, chiacchierando, scoprirà che alla fine, è tutto davvero molto relativo.

Il film, scritto e diretto dal regista americano, oltre a “vantare” la presenza della poliedrica Carla Bruni (modella, cantante, first lady, ora anche attrice), come accennavo è nutrito di ottimi attori, alcuni come Javier Barden e Adrien Brody, nei panni di celebri personaggi celebri, e i dialoghi seppur non eccelsi sono comunque sempre gradevoli.

Con queste premesse ci si aspetterebbe un capolavoro, e a dire il vero gran parte della critica ma anche del pubblico, sembra aver davvero apprezzato questo suo ultimo lavoro (il prossimo film in uscita dovrebbe essere quello tanto chiacchierato girato di recente a Roma e che vede il regista anche nelle vesti di attore), arrivando a considerarlo uno dei migliori degli ultimi anni tra quelli diretti dal regista newyorkese.

Io devo invece dissentire rispetto a questo giudizio, in quanto, pur non avendo schifato il film, non ne sono però rimasto personalmente molto colpito, non l’ho trovato per nulla speciale, nonostante sono sicuro che possa offrire un buon intrattenimento per lo spettatore.

Nel panorama mondiale di questi tempi tetri e bui in cui viviamo, Woody Allen è sempre Woody Allen, e seppur io trovi la storia del viaggio nel tempo un po’ fuori luogo in questo contesto, e il film mi ricordi in qualche modo il suo La rosa purpurea del Cairo, Midnight in Paris offre comunque un paio di ore di buon cinema e anche qualche fine risata, seppur, forse proprio per la presenza di Allen dietro la macchina da presa, sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa di più.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COMMEDIA, Entertainment e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...