Recensione THE THING (La Cosa): Un buon prequel (o remake?) capace di tenerci in tensione per tutta la sua durata

The Thing (La Cosa)

Anno: 2011

Genere: horror, thriller, mistero

Regia: Matthijs van Heijningen Jr.

Cast: Mary Elizabeth Winstead, Joel Edgerton, Ulrich Thomsen

Nelle sale italiane: inizialmente 1 dicembre, ma pare che qualcosa non abbia funzionato…

Trailer

Budget e Botteghino

Il film è costato ben 38 ML di $, ma a livello commerciale non ha raggiunto gli obiettivi prefissati.

The Thing ha infatti incassato circa 17 ML di $ negli Usa, ai quali vanno aggiunti altri 10 ricavati dal mercato internazionale.

Recensione e Trama

Questo nuovo capitolo è in realtà un prequel, in quanto gli eventi che si svolgono in questo film sono da collocare in un momento cronologicamente anteriore rispetto alla storia raccontata nel film di Carpenter.

Allo stesso tempo questa versione targata 2011 è invero molto simile al film del 1982, tanto che pur essendo in effetti un prequel (i personaggi di questo film sono già morti nella versione di Carpenter), sembra assumere quasi i connotati di un remake, il che ci confonde non poco le idee, in quanto il cult movie del 1982 era già di per sè un remake del film originale del 1951 (The Thing From Another World)

A parte questi piccoli dettagli devo però ammettere che non sono rimasto affatto deluso da questo film, anzi, seppur probabilmente non possa competere con la perla del 1982, credo che il regista olandese Matthijs van Heijningen Jr abbia fatto un lavoro più che onesto.

La storia narra quindi di un gruppo di ricercatori accampati al Polo, che scoprono i resti congelati di quella che si rivelerà poi essere una creatura aliena lì sepolta da migliaia di anni.

Iniziano a studiarla, affascinati dal ritrovamento e dalla sua importanza, giustamente credendo che sia morta.

Come potete ben immaginare mai analisi fu più sbagliata, così che gli sventurati ricercatori si ritroveranno poi ad affrontare questa insolita creatura aliena, capace di assumere  sembianze umane, e seminare il panico.

Il film, dopo una parte iniziale di introduzione nella quale facciamo conoscenza con i personaggi principali e in cui viene raccontato il ritrovamento della creatura completamente ibernata, prosegue poi in maniera serrata per tutta la sua durata, capace di coinvolgere la spettatore e di non far perdere mai interesse nella storia, grazie anche agli intrighi che si verranno a creare a causa della capacità della creatura di duplicare gli esseri umani, con il risultato di intrattenere lo spettatore con una tensione pressochè continua fino ai titoli di coda.

La maggior parte delle critiche negative che ho letto in merito a The Thing si riferivano alla versione moderna del mostro, che a differenza del film dell’82, è stato realizzato in maniera totalmente digitale.

Senza poter accogliere tra gli applausi questa versione moderna fatta in digitale, devo però ammettere che almeno nel mio caso ho trovato il mostro abbastanza fedele alla versione originale, forse con qualche esagerazione di troppo, ma che comunque non condiziona il risultato complessivo.

Ultima nota sul finale, che, a differenza del resto del film, si discosta abbastanza dalla versione di Carpenter, proponendoci una conclusione che vira molto verso il mondo alieno (e preferisco fermarmi qui altrimenti rovinerei le sorprese degli ultimi minuti, che ripeto potrebbero piacervi, ma che potreste anche trovare fuori luogo), a me personalmente non è dispiaciuta come soluzione.

Io, che come tutti, avevo apprezzato molto ai tempi il film del 1982, posso dirmi in conclusione soddisfatto di questo nuovo capitolo, di The Thing ho apprezzato la capacità di saper mantenere alta la tensione per tutta la sua durata, oltre ad avere un cast abbastanza valido e convincente pur senza dover annoverare grandissimi nomi.

Il mio consiglio è quindi quello di vedere questa versione 2011 di The Thing, che siate o meno fan della pellicola originale, e mi raccomando, quando scorrono i titoli di coda, aspettate ad alzarvi, vi attende una piccola ultima sorpresa.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cinema inglese, Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...