Recensione ATM – Trappola mortale: Thriller che ci regala qualche emozione, ma non è abbastanza.

 

 ATM (Trappola mortale)

Anno: 2012

Genere: horror, thriller

Regia: David Brooks

Cast: Alice Eve, Josh Peck, Brian Geraghty

Nelle sale italiane: 17 febbraio

Trailer

Budget e Botteghino

Non si hanno informazioni precise sugli incassi di questo film, ma è stato comunicato il budget, di soli 3 ML di $, ma comunque troppo alto rispetto al risultato finale del film.

Recensione e Trama

ATM è stato scritto dall’ideatore del geniale e molto ben fatto Buried – Sepolto Vivo, ma a parte avere in comune lo sceneggiatore, credetemi, le somiglianze finiscono qui.

ATM – Trappola Mortalenarra la storia di 3 colleghi di lavoro che lasciata una festa tornano a casa insieme, e spinti da Corey (interpretato dal Josh Peck, visto tra gli altri nell’ottimo The Wackness – Fai la cosa sbagliata) a cercare qualcosa da mangiare, non avendo soldi, si recano a un bancomat nel mezzo del nulla, dove la vera e propria epopea che li aspetta avrà poi inizio.

Nell’atto di prelevare i soldi, all’interno di uno di questi casottini con annesso bancomat con porta a chiusura automatica (nei quali io evito sempre di prelevare in quanto ho sempre paura di rimanere chiuso dentro), i giovani notano un uomo con un giubbottone con cappuccio che gli nasconde il volto, che dirigendosi verso un signore intento a “pascolare” il suo cane, all’improvviso inizia a colpirlo violentemente fino a ucciderlo brutalmente davanti ai loro occhi.

Che cosa fare?

Tentare di scappare o rimanere al sicuro nel casottino- bancomat in attesa di aiuto?

I nostri eroi (per modo di dire), se la faranno addosso e preferiranno rimanere ad aspettare, restando così in balia del folle omicida che giocherà con loro come il gatto col topo.

ATM offre qualche momento di tensione ma in generale oltre a presentare in maniera esasperata tutti i più classici clichè del genere (telefonini che non funzionano, mancanza di allarmi, macchine della polizia che passano davanti e non si accorgono di nulla, solo per citarne qualcuno), sfiora a mio parere in alcuni casi il ridicolo, e non so se sia colpa dello script o degli attori (che pure non sono tra i peggiori anzi), ma ho trovato diverse contraddizioni o semplicemente situazioni poco verosimili.

La bella Emily (interpretata da Alice Eve) ad esempio crolla nervosamente dopo neanche 3 ore e quasi impazzisce, per carità, ok essere una ragazza etc, ma mi è sembrato un pò forzato.

Altra critica, non si capisce mai esattamente perchè l’assassino li abbia presi di mira, e anche qui, ok che se sei uno psicopatico omicida e non è detto che ci siano sempre ragioni limpide, ma insomma, credo avrebbero potuto sviluppare meglio il tutto (anche se con i titoli di coda scopriamo qualche nuovo particolare proprio sull’assassino).

In conclusione, se amate i thriller/ horror, ci sono migliaia di film migliori di questo usciti negli ultimi anni.

Tra questi, ve lo dico io se già non lo conoscete, un film horror che vi ruberà il respiro e vi terrà in tensione come non mai, e non sto esagerando.

Se volete farvi del male e solo se siete già abituati a film horror pesanti e solo se siete dotati di un buono stomaco e avete raggiunto almeno la maggiore età (mi raccomando), allora mettetevi alla prova e provate a vedere senza mai interromperlo il capolavoro horror/splatter francese  A l’interieur: torrent italiano.

Al confronto, ATM è un film di Natale per famiglie… siete avvertiti.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema inglese, Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Recensione ATM – Trappola mortale: Thriller che ci regala qualche emozione, ma non è abbastanza.

  1. anya78 ha detto:

    l’avevo proprio saltato a piè pari 😉

    • emiliano hackett ha detto:

      se non l’avevi visto e sei pronta per roba del genere, challenge yourself con il mio consiglio finale di A l’interieur, però solo se ti piacciono i film horror, un capolavoro ma è atroce…

  2. anya78 ha detto:

    lo terrò per i momenti morti 😛

    • emiliano hackett ha detto:

      a parte gli scherzi, stai attenta se deciderai di vederlo, non esagero quando dico che è un pugno nello stomaco…che dura un’ora e mezza, però fantastico (per chi ama il genere)

  3. anya78 ha detto:

    sissignore! 😀

    • emiliano hackett ha detto:

      🙂 volevo essere sicuro che non sottovalutassi la potenza e la brutalità di questo eccellente film, magari se deciderai di immolarti veditelo con amiche e/o fidanzato, tuttavia non credo riuscirai a vederlo tutto se non sei vaccinata

  4. anya78 ha detto:

    se aspetto di trovarmi l’uomo per vedere il film… stiamo freschi XDDD

  5. anya78 ha detto:

    mica colpa mia se non c’è niente di valido in giro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...