Recensione THE HUNGER GAMES: Buon film ma senza strapparsi i capelli.

The Hunger Games

Anno: 2012

Genere: azione, dramma, fantascienza

Regia: Gary Ross

Cast: Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Liam Hemsworth, Elizabeth Banks, Stanley Tucci, Woody Harrelson, Lenny Kravitz, Wes Bentley

Nelle sale italiane: 1 maggio

Trailer ITA

Budget e Botteghino

Tra i film più chiaccherati di questa stagione cinematografica, The Hunger Games non si è fatto attendere al botteghino lasciando subito il segno.

A fronte di un budget alto, ma neanche esagerato per un film di questo tipo, al momento la pellicola di Gary Ross ha raggiunto già i 365 ML di $ di incasso.

Recensione e Trama

Eccoci a commentare uno dei film più attesi dell’anno, che come vedete qui sopra ha già macinato milioni ai botteghini di tutto il mondo realizzando anche il terzo miglior weekend d’apertura degli ultimi anni.

Forse non tutti sanno che questo film, al quale sembra quasi certo seguiranno altri capitoli nei prossimi anni, è ispirato dalla serie di libri dal titolo omonimo scritta da Suzanne Collins.

Non avendo mai letto i libri, posso però riportare, per coloro che già si erano appassionati al libro, che stando ai commenti dei fan, la versione cinematografica non ha nulla da invidiare, e anzi, pare essere molto fedele nella riproduzione dei personaggi come degli scenari e delle atmosfere che caratterizzano la storia a quelle del libro.

La trama di The Hunger Games è di per sè abbastanza semplice.

In un mondo futuro, nel regno totalitario di Panem, composto da 12 distretti con a capo una capitale, ogni anno si organizzano dei giochi in cui, un ragazzo e una ragazza per ogni distretto vengono selezionati per combattere e sfidarsi in una lotta all’ultimo sangue seguita per di più in diretta dalle telecamere, alla buona potremmo dire un Grande Fratello della morte per il quale tutta la popolazione si ferma in attesa del risultato finale.

Il film oltre a vantare una trama abbastanza interessante che riesce a destare interesse nello spettatore fin da subito e per più di due ore lo tiene attaccato allo schermo, offre un cast veramente variegato e di qualità.

Elizabeth Banks, Stanley Tucci, Woody Harrelson, Lenny Kravitz, Wes Bentley sono solo alcuni tra i diversi attori che popolano il cast, con ottime prestazioni da parte di tutti, persino Lenny Kravitz non delude e risulta piuttosto convincente nel suo ruolo.

La vera stella del film, forse meritatamente, è però la giovanissima (’90) Jennifer Lawrence, nei panni di Katniss Everdeen, la ragazza che offrendosi al posto della giovane sorella come volontaria a partecipare ai giochi, si troverà poi favorita a lottare per la vittoria finale.

La Lawrence, che avevamo visto di recente nei panni di Mystique in  X-Men: First Class – L’inizio e in Mr. Beaver di Jodie Foster, riesce a offrire un’immagine di sè che combina egregiamente innocenza e sensibilità con durezza e coraggio, facendone così un personaggio se non memorabile comunque di sicuro effetto.

Per il resto The Hunger Games è sicuramente piacevole anche per la scenografia, per i colori vivaci e i costumi dei personaggi, per le ambientazioni e alcune idee degli sceneggiatori (citiamo le api geneticamente modificate ma non posso dire di più), e come detto il tutto va aggiunto a una storia che seppur non brilli di originalità riesce comunque a intrattenere lo spettatore per tutta la sua durata senza mai annoiare.

In conclusione, non posso dire con certezza se, come molti in giro per il mondo già sostengono, da questo primo film nascerà una serie di successo e fascino come quella di Harry Potter, ma sicuramente, pur senza essere a mio parere un capolavoro o un film di riferimento, se andrete a vederlo non dovreste rimanere affatto delusi.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione THE HUNGER GAMES: Buon film ma senza strapparsi i capelli.

  1. shaqino ha detto:

    Questo primo capitolo per quanto mi riguarda è da 4. E’ una scopiazzatura nemmeno tanto velata, ma solo resa in maniera più futuristica, di Battle Royale di Takeshi Kitano. In più non mi ha coinvolto quasi per niente. Vedremo come sarà il sequel solo per curiosità e per vedere cosa vuole mostrarci nella trama il sequel.

    • emiliano hackett ha detto:

      Guarda a mio modesto parere 4 forse è troppo poco, ma allo stesso tempo anche il 7,5 che gli ho dato io forse è troppo alto come voto…Diciamo che il film però pur senza trovate geniali non annoia mai e quindi l’ho trovato nel complesso gradevole e godibile, come dicevo un film discreto ma nulla di più.

      • shaqino ha detto:

        Ecco, io gli ho dato 4 per due motivi.
        Il primo va di riflesso con Battle Royale di cui è più o meno copia, motivo su cui potevo trascendere, ma neanche tanto.
        Il secondo è che a me ha terribilmente annoiato, non mi ha detto niente di nuovo e due ore e mezza sono decisamente troppe!

      • emiliano hackett ha detto:

        sai che me l’ero completamente dimeticato Battle Royale, però ora che sono andato a controllare l’avevo visto anche io qualche anno fa, si, in effetti è simile nonostante games of hunger mi sembri abbia un’ambientazione più futuristica, però si, anche io sono infastidito da questa continua mancanza di originalità dei giorni nostri che come un virus potentissimo sembra non lasciare quasi scampo.sai che faccio? ora gli tolgo mezzo voto, però onestamente non mi ha annoiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...