Recensione ROMANZO DI UNA STRAGE: Film importante e controverso con ottimi attori che a prescindere dalle diverse fazioni politiche merita di essere visto.

Romanzo di una strage

Anno: 2012

Genere: dramma, storico

Regia: Marco Tullio Giordana

Cast: Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino, Giorgio Colangeli, Fabrizio Gifuni, Omero Antonutti, Luigi Lo Cascio, Giorgio Tirabassi, Stefano Scandaletti, Denis Fasolo, Giorgio Marchesi

Trailer

Nelle sale italiane: 30 marzo

Budget e Botteghino

Fedeli come sempre alla regola tutta italiana per cui è quasi impossibile sapere con esattezza il budget dei film, Romanzo di una strage non fa eccezione.

Al contrario, per quanto riguarda il botteghino, possiamo dire che gli incassi non sono stati affatto lusinghieri, specie se pensiamo che il film è stato per settimane al centro delle polemiche che però sembrano non aver giovato a livello commerciale.

Non è stato infatti raggiunto neanche il milione di incassi in circa due settimane di programmazione.

Recensione e Trama

Questo nuovo film del celebrato regista Marco Tullio Giordana ha l’ambizione di raccontare gli eventi che seguirono all’attentato di piazza Fontana a Milano nel 1969, e in particolare si concentra sulle avvenimenti che coinvolsero il commissario Calabresi (interpretato da Mastrandrea) e l’anarchico ferroviere Giuseppe Pinelli (Pierfrancesco Favino).

Tra i personaggi storici che vediamo nel film, una parte di un certo rilievo è affidata anche alla figura di Aldo Moro, interpretato impeccabilmente da Fabrizio Gifuni.

Oltre a riprodurre, come spesso succede per i film ambientati nel passato diretti da Giordana una precisa e credibile ricostruzione di quelli anni, uno dei punti forti di questa nuova pellicola sono gli attori, tutti molto bravi e diretti con sapienza dal regista di origini milanesi.

Lungi dal voler prendere una parte o l’altra, in merito alle teorie che vogliono come colpevoli gruppi anarchici come di destra, Romanzo di una strage non è facile da assimilare, non tanto per la trama che è comunque avvincente, ma per le diverse implicazioni politiche che per il soggetto trattato di certo non mancano.

Il film si contraddistingue poi per ispirarsi in parte al libro di Paolo Cucchiarelli Il segreto di Piazza Fontana, nel quale viene introdotta la tesi, abbracciata appunto anche dal film di Giordana, per cui le bombe all’interno della banca dell’agricoltura sarebbero state due, di cui una “innocua” da parte degli anarchici destinata ad esplodere senza fare feriti nè vittime.

Anche per aver scelto di voler diffondere questa teoria, come dicevamo prima, il film si è trovato recentemente al centro di diverse polemiche, con addirittura Adriano Sofri che ha pubblicato un instant book  proprio per contestare la teoria delle due bombe perpetrata da questo film.

In conclusione, nonostante Romanzo di una strage non sia forse un film riuscitissimo come le altre pellicole del regista, e a prescindere dalle fazioni politiche coinvolte, credo che meriti comunque di essere visto, se non altro per l’eccellente lavoro da parte degli attori, per la regia di Giordana e per le tematiche affrontate che meritano tutt’oggi la nostra attenzione.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema italiano, Entertainment e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione ROMANZO DI UNA STRAGE: Film importante e controverso con ottimi attori che a prescindere dalle diverse fazioni politiche merita di essere visto.

  1. shaqino ha detto:

    Concordo, assolutamente gran bel film, recensito anche da me con lo stesso voto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...