Recensione BRAKE: Simile a BURIED, capace di intrattenere nonostante la trama sia abbastanza prevedibile.

Brake

Anno: 2012

Genere: crimine, thriller

Regia: Gabe Torres

Cast: Stephen Dorff, Chyler Leigh, JR Bourne

Nelle sale italiane: non si sa ancora nulla, forse mai a giudicare dalla distribuzione Usa…

Trailer

Budget e Botteghino

Beh, dai dati forniti sembra che questo film sia stato distribuito solamente negli Usa in 2 sale per un totale di 9 giorni…

Gli incassi? Al momento pare siano fermi intorno ai 5 Mila euro.

Recensione e Trama

Leggendo le recensioni di Brake mi ero incuriosito, come per ogni film i pareri positivi si equivalevano a quelli negativi, ma in molti descrivevano il film come un ottimo esempio di low budget che facilmente si sarebbe potuto accumunare all’ottimo Buried (Sepolto vivo), così mi sono deciso a vederlo.

In effetti le somiglianze tra questo film di Gabe Torres e quello del regista spagnolo di Buried sono moltissime, seppur, mi dispiace dirlo, il risultato finale non è proprio lo stesso.

Brake racconta la storia dell’agente segreto Jeremy Reins (interpretato da Stephen Dorff, visto di recente nell’ultima fatica di Sofia Coppola), che si ritrova rinchiuso in una non meglio specificata cassa, dalla quale ovviamente è impossibile uscire e nella quale troverà una radio che gli permetterà di comunicare con altri individui che poi scoprirà trovarsi nella sua stessa situazione.

Come in Buried anche qui il film si sviluppa per mezzo di chiamate, rumori e personaggi che contattano il protagonista telefonicamente, sicchè i mezzi impiegati sono certamente pochi, a parte probabilmente l’ingaggio di Stephen Dorff che non immagino comunque essere stato stellare.

La pellicola dal canto suo, nonostante non sperperi dollaroni al vento come spesso si usa di questi tempi, garantisce una buona suspence per tutta la sua durata, con Jeremy Reins che poco alla volta verrà ricattato per estorcergli informazioni di sicurezza nazionale, nell’intento di preparare un attentato nei confronti del presidente degli Stati Uniti.

Il nostro eroe scoprirà allora di trovarsi in un furgone in movimento che lo porta a spasso per la città (ovviamente senza sapere in quale città si trovi), con in più i suoi carcerieri che si divertiranno a torturarlo, coinvolgendo anche la sua ex moglie, e mettendolo alla prova con una miriade diversa di espedienti pur di riuscire a ottenere le informazioni secretissime di cui l’agente dispone.

Fin qui tutto bene, il problema principale è che dopo neanche 5 minuti di visione del film la mia dolce e amata fidanzata aveva già indovinato il twist principale che caratterizza tutto il film, e anche io in effetti ci avevo pensato ma l’avevo ritenuto poco credibile come teoria, invece…

Come se non bastasse, il film riserva un altro twist con capovolgimenti vari, anch’esso facilmente intuibile man mano che la fine della pellicola si avvicina.

Detto questo, seppur ovviamente immaginare/sapere come andrà a finire un film non è certo un punto a favore, semmai il contrario, Brake offre comunque tante trovate e con un budget che immagino non superi quello di una pizza tra amici, scorre veloce e dinamico fino alla sua conclusione, senza in realtà mai annoiare lo spettatore.

In conclusione non aspettatevi un nuovo Buried, in quanto la pellicola di Rodrigo Cortés era nettamente superiore a questa se non altro per originalità (ma non solo).

Allo stesso tempo teniamo conto che c’e’ davvero molto di peggio da vedere in giro, sicchè per una serata non impegnativa Brake potrebbe rappresentare il giusto compromesso, a patto che non vi aspettiate sorprese sconvolgenti nel finale, perchè temo le avrete già indovinate molto prima…

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...