Recensione REC 3 GENESIS: Un nuovo capitolo che ammicca al genere horror-splatter Usa dove però l’intrattenimento non manca.

[REC]³ Génesis

Anno: 2012

Genere: horror, thriller, dramma

Regia: Paco Plaza

Cast: Leticia Dolera, Javier Botet, Diego Martín

Nelle sale italiane: todavia ninguna idea

Trailer Español

Budget e Botteghino

Al momento non è possibile evincere nè il budget tantomeno gli incassi, essendo stato distribuito il film solamente in Spagna e poche altre nazioni.

Recensione e Trama

Il mio fido amico/gemello mi aveva avvisato che in effetti [REC]³ nulla aveva a che fare con i capitoli precedenti, sicchè incuriosito anche da questo particolare ieri ho deciso di procedere con la visione.

Il film inizia sempre con la classica camera a mano che già aveva caratterizzato i primi due episodi, e in uno scenario di festa e gioia (il classico momento di quiete prima della tempesta) vediamo una coppia di promessi sposi nel giorno del loro matrimonio, circondati dagli invitati e dalla bella atmosfera tipica di queste occasioni.

I nostri sposini non possono sapere che di lì a poco il giubilo e la gioia si trasformeranno in orrore e paura, in quanto anche questa volta un virus terribile che rende zombies si sta diffondendo tra gli invitati sterminandoli come mosche con un potente pesticida.

Dopo una breve introduzione in cui vediamo appunto i momenti precedenti alla tragedia, appare il titolo e il film continua questa volta senza la camera a mano, ma con canoniche inquadrature che certo faranno felici tutti coloro che soffrono di mal di testa, e lo stesso stile ci accompagnerà pressochè per tutta la durata della pellicola, che anche questa volta è stata diretta da Paco Plaza.

Questa è senza dubbio una delle differenze più grandi rispetto ai precedenti REC, oltre a un gusto splatter misto ad alcuni momenti di commedia che strizzano l’occhio in più occasioni al classico cinema horror made in usa, con addirittura qualche piccola scopiazzatura alla Tarantino (e mi riferisco esclusivamente a pellicole come Planet Terror per intenderci), dove donne indifese di punto in bianco affrontano la terribile realtà delle cose e si trasformano in perfette guerrigliere imbracciando armi medievali.

Il pubblico potrebbe non necessariamente amare questo ultimo capitolo (per ora, visto che il quarto e forse ultimo dovrebbe uscire verso la fine di quest’anno), ma posso garantirvi che il film centra l’obiettivo di intrattenere lo spettatore per tutta la sua durata, seppur a volte senza avvalersi di trovate geniali, ma anche riuscendo a non cadere mai nel ridicolo.

Il film, che tra l’altro dura appena 70 minuti, scorre veloce e senza pause, con le solite ma sempre gustose scene dove i nostri poveri malcapitati dovranno cercare di scappare per sfuggire ai vari indemoniati, il tutto all’interno di una bella villa dove si tiene il ricevimento nuziale, che nel frattempo verrà circondata dalla polizia per scongiurare che il contagio si estenda oltremodo.

A individuare altre differenze, si potrebbe citare che questo [REC]³ in generale ci mette meno paura dei suoi predecessori, concentrandosi di più sul gore e sull’azione, quindi se con i primi due vi siete fatti la cacca addosso non abbiate paura, per questa volta probabilmente potreste fare a meno del pannolone.

Nel complesso, mi è piaciuto molto l’ambientazione “matrimoniale”, e ripeto, il film pur differenziandosi in modo abbastanza consistente dai primi due, offre comunque un’ora abbondante di thrill e intrattenimento, così che non possiamo forse catalogare [REC]³ come il film dell’anno, ma io mi sento di consigliarlo a tutti coloro che amano il genere e si sono appassionati ai primi due film horror spagnoli.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema spagnolo, Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione REC 3 GENESIS: Un nuovo capitolo che ammicca al genere horror-splatter Usa dove però l’intrattenimento non manca.

  1. salvatore ha detto:

    scusami ma dove l’hai visto il film? io non lo trovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...