LIFE IS A BITCH…(and then you lose).

Impossibile non spendere qualche parola per commentare questo triste epilogo che non ci meritiamo, ma che dobbiamo comunque superare a testa alta, vista la prestazione generale della nostra squadra in questo europeo che è stata al di sopra di qualsiasi aspettativa dopo lo sfacello di due anni fa in SudAfrica.

La Spagna merita la vittoria, e dopo decenni di pizze in faccia prese un pò da tutti si sta giustamente godendo gli ottimi risultati che sono frutto di un lavoro a monte e di un vivaio che produce validissimi giocatori.

La loro superiorità era chiara e probabilmente avrebbero vinto anche se non fossimo arrivati alla finale con la lingua di fuori e senza il fiato per correre e per di più giocando in 10 per buona parte del secondo tempo tra infortuni e sfighe varie.

Detto questo, rinnovo i miei complimenti alla squadra tutta, al buon Prandelli e speriamo che il futuro sia dalla nostra parte e di ricominciare a gioire presto per questa nostra nazionale.

D’altronde sembrerebbe che non abbiamo mai avuto una grande passione per gli Europei, avendoli vinti solo una volta finora.

E allora, un pò sognando, un pò per gioco, pensiamo in grande e iniziamo a focalizzarci sui mondiali del 2014 in Brasile.

5 stelle son meglio di 4.

A parole, tutto è possibile, ma a volte anche con i fatti…

Daje sempre!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema) e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LIFE IS A BITCH…(and then you lose).

  1. Fabrizio Lupi ha detto:

    Grande!
    Mi sembra la considerazione più giusta…
    L’Italia ha fatto il massimo che poteva fare, la Spagna è di un altra dimensione (per tutti).
    Se avessero giocato oggi il mondiale in Brasile, malgrado i carioca si stiano preparando a questa competizione in casa ormai da anni…finirebbe con la coppa del mondo alzata nuovamente dal fidanzatino della Carbonero, il Signor Casillas.
    Questa squadra non finisce mai di stupire, ma come dici tu il segreto è la “cantera”, ovvero il suo vivaio sempre pronto a tirar fuori talenti nuovi e freschi.
    Onestamente credevo che l’assenza di Puyol e Villa li potesse indebolire, ed invece hanno superato queste assenze illustri come se nulla fosse, ecco Fabregas a fare il Villa e Piquè insieme a Ramos a comporre quella che oggi è senza dubbio, la miglior coppia centrale al mondo (credo che una coppia così forte non sieda dai tempi di Baresi-Costacurta).
    Quando leggo di alcune critiche sollevate dalla (mediocre) stampa giornalistica italiana verso Prandelli, mi vien voglia di chiedere loro una cosa: “quanti giocatori della nazionale italiana oggi giocherebbero titolari nella nazionale spagnola?”. La probabile risposta è nessuno. Forse Buffon si giocherebbe il posto da titolare con Casillas ma forse Pirlo e De Rossi giocherebbero qualche spezzone di partita al posto di Xavi e Alonso, ma nulla più! E allora di cosa parliamo? I giornalisti prima di scrivere o dire scemenze dovrebbero guardare i valori assoluti: la Spagna è la migliore squadra del mondo (forse la migliore nazionale di tutti i tempi) e pertanto onere a loro e all’Italia che in due anni è passata dalla “comatosa” prestazione in Sud Africa ad un onorevole secondo posto.
    Se anche noi italiani dessimo più spazio ai giovani, avremmo qualche possibilità in più di creare una nazionale più competitiva, peccato perché proprio ora che abbiamo un allenatore che dà spazio ai giovani, non abbiamo nessun giovane da lanciare in prima squadra…
    Spero che presto gente come Verratti, Destro, Florenzi, Insigne, Immobile possa dimostrare il suo valore, godendo della fiducia dei clubs, perché sono certo che Cesare gli regalerà qualche “caps” in nazionale.
    Un abbraccione

    • emiliano hackett ha detto:

      Grande Fabrizio, si direi siamo d’accordo su tutto. L’unica piccola cosa che mi sento di dire, e in questo mi associo ai tristi giornalisti, è che per la finale, avendo constatato la condizione fisica pessima dei nostri forse ci stava di fare qualche cambio in più fin dall’inizio, anche se probabilmente non sarebbe cambiato molto comunque. Il futuro per noi è comunque roseo e speriamo bene. Un abbraccione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...