Recensione SOME GUY WHO KILLS PEOPLE: Un film che spazia dall’horror alla commedia nera passando per il thriller, convincendo.

Some Guy Who Kills People

Anno: 2011

Genere: commedia, horror, thriller

Regia: Jack Perez

Cast: Kevin Corrigan, Barry Bostwick, Karen Black, Leo Fitzpatrick, Ariel Gade

Nelle sale italiane: mai dire mai

Trailer

Budget e Botteghino

Non sono riuscito a scoprire molto di questo film che sembrerebbe non essere stato mai distribuito al cinema.

Per quanto concerne il budget si parla di una cifra intorno ai 300 mila $.

Recensione e Trama

Eccoci a commentare un film di basso profilo, ma che annovera come produttore il grande John Landis e interessanti attori che completano un cast da non sottovalutare.

La trama narra la storia di Ken Boyd, un silenzioso 34enne abbastanza sfigato che uscito da un ospedale psichiatrico a causa di un tentativo di suicidio, decide di vendicarsi di tutti coloro che lo avevano schernito e maltrattato, arrivando così alla drastica decisione di ucciderli uno per uno senza tanti complimenti.

Al contrario di altri film del genere, ad affiancare i brutali omicidi, rendendo la trama più interessante, ci si mette una bambina 11 enne che scopre in Ken il padre che aveva sempre creduto morto (in quanto la donna con la quale lo aveva concepito si vergognava di lui), tentando così di intavolare una pseudo-relazione con lui e ben presto stabilendosi a casa sua.

Nel frattempo nella piccola cittadina giorno dopo giorno appaiono nuovi cadaveri e la polizia pur cercando il colpevole brancola nel buio.

Il film è anche caratterizzato da una certa comicità che non saprei ben definire, sottile e tipicamente dark ma che potremmo etichettare anche grottesca, e come anticipavamo prima, il film vede anche attori non famosissimi ma comunque decisamente apprezzabili come lo sceriffo Walt Fuller (interpretato da Barry Bostwick), o anche la madre di Ken, la bravissima Karen Black che abbiamo già visto in una miriade di film dagli anni 70 ad oggi.

Infine, sempre parlando di cast, mi sembra giusto menzionare anche Ariel Gade, veramente molto brava nella parte della figlia di Ken, e capace di aggiungere brio al film e alla sua storia, davvero la sorpresa di questa pellicola.

Non dovrei forse darvi indizi, ma verso la fine ci attende un twist (colpo di scena) anche abbastanza imprevedibile così che nel complesso se siete amanti del genere e vi siete stancati delle classiche storie horror tutte uguali dove regna il solito gruppo di adolescenti bonaccioni che si perde nel bosco durante il weekend per poi finire massacrato, non prenderei sotto gamba questa pellicola perchè potrebbe piacevolmente sorprendervi.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...