Recensione GOD BLESS AMERICA: Davvero un buon film che fa anche riflettere su questi tempi cupi in cui viviamo.

God Bless America

Anno: 2011

Genere: commedia, crimine

Regia: Bobcat Goldthwait

Cast: Joel Murray, Tara Lynne Barr, Mackenzie Brooke

Nelle sale italiane: speriamo arrivi, al momento nisba

Trailer

Budget e Botteghino

Trattandosi di un film indipendente, non abbiamo modo di sapere quale sia il budget di produzione.
Per quanto concerne gli incassi, il film distribuito su solo 13 schermi in tutti gli Usa ha incassato nel weekend d’uscita 23 mila $, per un totale che al momento si attesta sui 120 mila $ circa.

Recensione e Trama

L’altra sera tra tanti film da vedere, non avendo nomi di grande richiamo, ho scelto di dare una chance a questo God Bless America senza in realtà sapere cosa aspettarmi.

Mai scelta fu più felice.

Fin dai primi secondi il film cattura lo spettatore grazie al monologo dell’ottimo protagonista, un validissimo Joel Murray, che introduce il suo personaggio, disturbato nel sonno dai vicini di casa maleducati e ignoranti, noncuranti del fatto che qualcuno non riesca a dormire a causa loro.

Si tratta solo dell’inizio di una parabola discendente che vedrà il nostro Frank, ormai stanco di un mondo dove regna la maleducazione, la mancanza di rispetto, dove l’ignoranza vince su tutto, decide di dare una bella ripulita, e complice la notte passata insonne a vedere programmi televisi per dementi con teenagers isteriche (My sweet 16 e simili…), decide di iniziare la mattanza proprio da una di queste antipatiche e viziate ragazzine, che dopo aver ricevuto una macchina da 100 mila $ in regalo, inveisce sui genitori insultandoli per aver sbagliato modello di vettura.

Il nostro Frank, con un matrimonio fallito alle spalle, una figlia che neanche vuole vederlo, e un dottore che mentre gli diagnostica un cancro terminale al cervello non può fare a meno di giocare col telefono, decide quindi che è arrivato il momento di eliminare la feccia della società, sbarazzandosi di questi individui così stupidi e crudeli, cominciando proprio dalla giovane zoccola viziata di My sweet 16.

Dopo averla freddata senza pietà, in una scena che nonostante la violenza riesce ad essere anche divertente, incontra una ragazzina 16enne che condivide le sue idee, e con la quale farà coppia in questa folle (ma a mio parere in qualche modo giusta) lotta per ripulire il mondo dai suoi abitanti più repellenti.

God Bless America oltre a presentare una trama abbastanza avvincente che non annoia mai e una regia affatto male, presenta anche diversi elementi di commedia noir davvero apprezzabili, e più di tutto annovera un cast davvero eccellente, con il già citato Joel Murray (visto di recente anche in The Artist), che forma una fantastica quanto inconsueta coppia con la bravissima Tara Lynne Barr.

Oltre ad essere un bel film a prescindere, un film che oso definire doveroso, se non necessario, vista la triste situazione in cui versa il mondo (e non mi riferisco alla crisi economica), God Bless America certamente ci spiattella in faccia la nuda e cruda realtà americana (certo non lontana da quella nostrana o di qualsiasi altro paese capitalista) lasciandoci con più di un interrogativo a cui dare risposta.

Senza dubbio proprio un bel film che consiglio vivamente a tutti, il problema è che non si sa neanche se in Italia verrà mai distribuito, ma speriamo di sì.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...