Recensione THE AMAZING SPIDER-MAN: Niente di nuovo nè di speciale, un film davvero non necessario.

The Amazing Spider-Man

Anno: 2012

Genere: azione, fantasia, thriller

Regia: Marc Webb

Cast: Andrew Garfield, Emma Stone, Denis Leary, Martin Sheen, Sally Field

Nelle sale italiane: 4 luglio

Trailer

Budget e Botteghino

A fronte di un budget faraonico di 230 ML di $, The Amazing Spider-Man ne ha incassati finora 200 sul territorio americano e altri 320,5 in giro per il mondo.

Recensione e Trama

Prima di vedere The Amazing Spider-Mannon avevo ancora capito che la storia avrebbe in pratica coperto gli stessi avvenimenti dei film con Tobey Maguire come protagonista, quindi immaginavo si trattasse almeno di un prequel e/o che il film si concentrasse su un momento storico differente rispetto a quello in cui Peter Parker diventa appunto Spider Man, o come diremmo dalle nostre parti, L’Uomo Ragno.

Immaginerete quindi la mia delusione quando mi sono accorto dell’equivoco e mi sono poi dovuto rassegnare alla visione di un film che non aveva nulla di nuovo o di interessante da offrire.

C’è Emma Stone che fin dai tempi di Zombieland è una delle mie attrici preferite (non tanto per bravura quanto principalmente per una questione estetica, seppur non sia affatto una cattiva attrice), al posto del buon Maguire troviamo invece Andrew Garfield che avevamo visto in The Social Network nei panni dell’antipatico socio fondatore di Facebook poi silurato, e purtroppo non posso dire che quest’ultimo abbia portato chissà quale cambiamento nella pellicola o nello stile del personaggio.

Sempre in merito al cast, lo zio di Peter Parker è questa volta interpretato da Martin Sheen.

L’azione c’e’, ci mancherebbe, ma anche lì siamo sempre alle solite, lui che salta da un palazzo all’altro, usa la ragnatela per bloccare i cattivoni etc etc…

Il film latita totalmente di trovate originali o che giustifichino la sua esistenza, e non aggiunge nulla a una storia vista e revista.

L’unica novità è che l’antagonista è rappresentato da un lucertolone, se questo pensate che valga il prezzo del biglietto allora andate a vederlo, altrimenti non credo proprio che ne valga la pena, a meno che vi siate persi i 3 film usciti dal 2002 in poi.

Per il resto, come al solito, non ho potuto godere dell’effetto dell’Imax che leggo essere di tutto rispetto in alcune recensioni d’oltreoceano, ma ancora una volta, non posso non pensare come non fosse per nulla necessario rifare un film uscito recentemente, e senza cambiare gli elementi principali.

Volendo scovare altre piccolissime novità, qui il protagonista ha anche uno skateboard, e per citare quel poco di trama, il giovane Peter Parker viene a contatto con l’ex socio di suo padre, anch’esso scienziato, che ovviamente vedremo in un secondo momento trasformarsi nel sopracitato lucertolone cattivo di cui Spider-Man dovrà prendersi cura.

Anche qui come nelle precedenti pellicole Spider-Man viene inizialmente concepito dai media come un ostacolo e un criminale piuttosto che come un super eroe, e anche qui si parla di responsabilità etc etc come nei precedenti film usciti dal 2002 in poi.

Tutto inesorabilmente già visto.

Nel complesso quindi The Amazing Spider-Man non è un brutto film, semplicemente è un film di cui non avevamo alcun bisogno, davvero.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione THE AMAZING SPIDER-MAN: Niente di nuovo nè di speciale, un film davvero non necessario.

  1. Mi chiedo che senso ha rifare un film a distanza di così pochi anni…ho ancora negli occhi l’interpretazione di Tobey Maguire, quali novità pensavano che noi spettatori avremmo apprezzato quando hanno speso tutti quei soldi?

    • emiliano hackett ha detto:

      si d’accordissimo, però tristemente quei diabolici dei produttori anche questa volta hanno avuto ragione, se vedi i dati del botteghino, in 15 giorni hanno già guadagnato qualcosa come 300 ML di $ netti, quindi per rispondere alla tua domanda, ecco perchè l’hanno fatto, per la sporca pecunia, come purtroppo spesso succede. Maledetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...