Recensione THE REEF: Buon thriller con squali, senza gore.

The Reef

Anno: 2010

Genere: horror, thriller

Regia: Andrew Traucki

Cast: Damian Walshe-Howling, Gyton Grantley, Adrienne Pickering

Nelle sale italiane: mah, non c”è segno dell’uscita nel nostro Belpaese, ma sono sicuro sia stato distribuito, o per lo meno il torrent è in italiano

Trailer ENG

Budget e Botteghino

Pare non sia così facile scovare budget e incassi dei film australiani, almeno così ci farebbe pensare The Reef, per il quale su diversi siti del settore il film non è neanche nominato.

Recensione e Trama

Non conoscevo l’esistenza di questo film, che ho scoperto per caso grazie ad alcuni ottimi giovani che hanno commentato sulla mia recensione di Shark Night 3D, sicchè ho subito pensato fosse il caso di rimediare, ed eccomi qui.

Ennesimo film caratterizzato dall’essere ispirato a una storia vera (così dicono quelli del film, e io spero invece sia una michiata come sempre, specie dopo aver visto il film), The Reef racconta la storia di un gruppo di giovani, che, a zonzo su uan barca per le acque australiane, si imbattono in un fondale troppo basso, sminchiano la barca e, sicuri di non essere avvistati hanno la “geniale” idea di percorrere a nuoto una distanza di circa 15 Km in mare aperto per raggiungere un’isoletta che neanche si vede ad occhio nudo…

Dei veri geni insomma, quindi oltre che sfigati direi anche piuttosto coglioni, in quanto io senza saper nè leggere nè scrivere mai mi immolerei in un’avventura simile neanche nell’adriatico, figuriamoci nelle calde acque australiane che per antonomasia sono covo di squalacci bianchi assassini (quest’anno hanno già spedito a un mondo migliore 5 poveri surfisti).

Ma il film insomma merita o no?

Se cercate un thriller e siete amanti di questo filone dove gli squali la fanno da padrone, The Reef può essere una valida alternativa, in quanto, fin quasi da subito la pellicola riesce a catturare l’attenzione dello spettatore e la tensione, seppur senza grandi colpi di scena o sorprese, si mantiene forte fino alla fine.

Gli attori senza avere una sconvolgente bravura sono abbastanza credibili, quindi diciamo che se ci si accontenta non manca proprio nulla.

Un ulteriore plus è rappresentato inoltre dalle locations incantevoli che fanno da sfondo al dramma vissuto da questi tontoloni, che, inutile glissarci sopra, verranno uccisi uno ad uno ma senza un uso massiccio di gore, quindi se volete vedere amputazioni ed effetti speciali di un certo livello, potreste rimanere delusi.

Per tutti coloro che invece cercano un thriller decente, The Reef potrebbe regalare un paio d’ ore di intrattenimento.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), HORROR e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...