Recensione RED LIGHTS: Un film con un buon inizio che poi si perde nella noia.

 

Red Lights

Anno: 2012

Genere: dramma, horror, thriller

Regia: Rodrigo Cortés

Cast: Sigourney Weaver, Cillian Murphy, Robert De Niro, Elizabeth Olsen

Nelle sale italiane: 4 ottobre

Trailer ENG

Budget e Botteghino

Non si conosce il budget di questo film che è stato finora distribuito solo in alcuni paesi, tra cui la Spagna. Gli incassi al momento sono inferiori a 9 ML di $.

Recensione e Trama

Red Lights inizia con un buon ritmo, catapultando lo spettatore in un mondo di sedute spiritiche che vengono poi puntualmente smascherate dalla coppia composta dall’ottima Sigourney Weaver (nei panni di una psicologa docente universitaria) e dal suo assistente (interpretato da Cillian Murphy). I due, fermi nel credere che non esista alcun tipo di attività paranormale, si troveranno poi a indagare su un famoso medium, ricomparso dopo anni di silenzio e di repente ritornato agli onori della cronoca, (nei cui panni c’e’ invece Robert De Niro). Inizialmente il film riesce a essere interessante e a tenere alta l’attenzione dello spettatore con un buon ritmo, ma dopo poco tempo, una volta che i personaggi sono stati introdotti, proprio quando il tutto dovrebbe decollare, al contrario si affloscia, e la storia perde di interesse. Mi è piaciuta molto l’interpretazione della Weaver, ma una volta uscita di scena (scusate per lo spoiler), se ne sente la mancanza e come già detto, il film inizia una discesa verso la noia. Questa pellicola è stata diretta dal regista spagnolo Rodrigo Cortés, che ci aveva saputo stupire piacevolmente con il suo Buried (Sepolto Vivo), ma in questo caso, al contrario del film che vedeva come protagonista Ryan Reynolds, le poche emozioni si limitano ai primissimi minuti e con il passare del tempo la storia non riesce a convincere, e non ci sono colpi di scena o sorprese degne di questo nome che possano in qualche modo rivalutare il giudizio finale. Infine qualche parola per Robert De Niro. So che è fin troppo facile di questi tempi criticare quest’uomo, che tanto ha dato al cinema nel passato, ma che allo stesso tempo ha a mio parere negli ultimi anni rovinato la sua reputazione con interpretazioni superficiali, scontate, mai davvero sentite. Inutile dirlo, Red Lights non fa eccezione, non credo che il suo apporto al film sia stato valido, ma mi spingo oltre, credo che molti altri attori nello stesso ruolo avrebbero reso meglio, pur probabilmente senza salvare le sorti di questo film. Se siete suoi fan e non l’avete ancora visto, non perdetevi allora quella che credo essere una delle rare belle interpretazioni degli anni recenti, Everybody’s fine (Stanno Tutti Bene). Che altro posso dirvi? Non molto purtroppo, se non che Red Lights mi ha deluso e non ne posso consigliare la visione.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR, THRILLER e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...