Recensione BAIT (SHARK 3D): Effetti speciali decenti, dialoghi imbarazzanti e giusto un pizzico d’azione per un film nel complesso abbastanza mediocre.

Bait (Shark 3D)

Anno: 2012

Genere: azione, horror, thriller

Regia: Kimble Rendall

Cast: Phoebe Tonkin, Xavier Samuel, Julian McMahon

Nelle sale italiane: 5 settembre

Trailer

Budget e Botteghino

Data la provenienza australiana di questa pellicola è difficile stabilire gli incassi almeno per il momento, mentre il budget sembra essere di 20 ML di AUD.

Recensione e Trama

Avevo visto il trailer di questo film quando ero andato al cinema a vedere La Leggenda del Cacciatore di Vampiri (Abraham Lincoln: Vampire Hunter), e fin da subito, pur aspettandomi una super ciofeca, avevo pensato che Bait (cambiato inspiegabilmente in Shark 3D per creare un altro pò di confusione, quando Bait significa “esca”) , pur con tutti i suoi limiti, mi avrebbe divertito.

Purtroppo anche questa volta mi sbagliavo di grosso.

A prescindere dal fatto che Bait è ispirato da un un film americano per la tv del 2009, Malibu Shark Attack, al cui pari questo Bait risulta essere il film dell’anno, tolto il confronto con il modestissimo precursore, la pellicola in sè non è che abbia molto da offrire.

La pecca principale è che il film non riesce mai davvero a intrattenere lo spettatore nè a coinvolgerlo, sicchè assistiamo al susseguirsi dei vari eventi senza il quasi minimo interesse (visto anche che la caratterizzazione dei personaggi è nulla, così che in pratica non ce ne frega mai nulla quando qualcuno muore), e purtroppo un paio di smembramenti non possono bastare a cambiare le sorti di questo (nè di nessun altro film).

La storia, nel caso foste interessati, racconta di un gruppo di ragazzi che si trova in un supermercato durante una rapina, e come se ciò non bastasse a movimentare la loro giornata, ci si aggiunge uno tzunami improvviso quanto devastante.

Gli autori questa volta hanno però voluto esagerare, e quindi oltre allo tzunami, vedremo che un paio di squali bianchi feroci e assassini faranno visita ai nostri amici lasciando una scia di sangue e morte.

Ricapitolando, ci sarebbe stato modo di fare un film un pò scemo ma comunque divertente, diciamo sulla falsa riga di Deep Blue Sea, ma purtroppo con Bait si è fallito anche in questo.

Gli effetti speciali, tutti rigorosamente creati al computer, squali ovviamente inclusi, non sono della peggior specie (in particolare quelli in cui vediamo arrivare lo tzunami, scena che dura però 5 secondi e che vedete nel trailer…), ma come dicevamo, ci sono tante, troppe cose che non funzionano, a partire dai dialoghi senza speranza per poi finire con alcuni aspetti della storia che sfiorano il ridicolo.

Insomma, Bait va ad ingigantire ulteriormente la già cospicua lista dei tanti, troppi film con gli squali come protagonisti, che non meritano nè i nostri soldi nè il nostro prezioso tempo.

Da vedere solo se siete davvero appassionati del genere, e aspettandovi il peggio.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR, THRILLER e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...