Recensione LE BELVE (SAVAGES): Una frittatona sciapa e senza senso, con una storia già vista milioni di volte. Oliver Stone non ne azzecca una questa volta.

Le Belve (Savages)

Anno: 2012

Genere: crimine, dramma, thriller

Regia: Oliver Stone

Cast:  Aaron Taylor-Johnson, Taylor Kitsch, Blake Lively, Benicio Del Toro, John Travolta, Salma Hayek

Nelle sale italiane: 25 ottobre

Trailer ITA

Budget e Botteghino

Savages è costato la cifra di 45 ML di $.

Al momento gli incassi sono fermi a poco meno di 57 ML di $, di cui 47 nei soli Usa.

Recensione e Trama

Fin da subito c’è qualcosa di fastidioso in questa nuova pellicola di Oliver Stone, si tratta per inciso della voce della bella quanto incapace protagonista femminile (interpretata da Blake Lively), che purtroppo ci accompagnerà fino alla fine.

Normalmente sono il primo ad amare le voci fuori campo che raccontano una storia, ma in questo caso credetemi se vi dico che a metà film sarete colmi di odio nei confronti di questa ragazza.

La storia invece tratta di due ragazzi coltivatori di marijuana che col tempo sono riusciti a crescere una delle erbe migliori da anni a questa parte, creando così una piccola organizzazione criminale con ricavati molto alti che nel frattempo ha reso entrambi molto ricchi.

A spassarsela con costoro, la donna di cui sopra, e qui il secondo grande problema (oltre alla voce fuori campo) di questo film: il voler farci credere che sia possibile una relazione a 3 dove tutti vanno d’amore e d’accordo, della serie stasera ci trombi tu, domani mattina ci penso io, magari il pomeriggio si fa tutti insieme e la sera poi usciamo a bere qualcosa e a divertirci.

Ci viene detto che i 3 si amano ma non ci viene mai davvero spiegato come e perchè, cosa che sarebbe stata piuttosto utile per supportare una boiata simile come quella del menage a trois 24/7.

Partiamo quindi con qualcosa di inverosimile, ma vedremo che il film non si smentirà, battendo questa strada del “tutto è possibile”, anche quando chiaramente non lo è.

I problemi arrivano per questo fantastico trio (si fa per dire, in quanto tra i tre non saprei indicare il peggiore, forse proprio Blake Lively), quando la bella ragazza viene rapita da un cartello della droga messicano, e quindi i due giovanotti faranno di tutto per riaverla.

Senza raccontarvi tutto ciò che accadrà (si va dallo scontato al prevedibile, per poi passare per l’improponibile), sappiate che la capa del cartello della droga è Salma Hayek, il cui personaggio, oltre a non essere affatto credibile, assume spesso contorni che hanno del comico.

Non credo siano proprio così i capi dei cartelli messicani della droga responsabili di migliaia di orrende morti ogni anno, no temo proprio di no.

Potrei continuare a raccontarvi tutto ciò che non funziona in questo film (e non funzionando quasi nulla ce ne sarebbe da scrivere), ma non ne varrebbe la pena, quindi fidatevi e evitate accuratamente questo Savages, uno dei peggiori film diretti da Oliver Stone di cui io abbia memoria.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, THRILLER e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione LE BELVE (SAVAGES): Una frittatona sciapa e senza senso, con una storia già vista milioni di volte. Oliver Stone non ne azzecca una questa volta.

  1. Irene D.M. ha detto:

    visto oggi pomeriggio….i cinque euro spesi peggio degli ultimi 150 anni….

  2. claudio ha detto:

    Totalmente d’accordo! Quell’incompetente di Oliver Stone è riuscito a rovinare un libro da paura di Don Winslow in un modo da non credere! Quello che mi fa rabbia è che sta avendo anche degli utili……..sembra abbia speso 45 mln e sta già a 57 di incasso. NON SI SALVA NESSUNO!!! Spero smetta di fare il regista….

    • emiliano hackett ha detto:

      Eh si, Stone ha proprio toppato di brutto questa volta, però il nome ha comunque grande richiamo ed è per questo credo che il film abbia comunque degli incassi decenti, ma se anche il prossimo fosse di questo livello, allora la sua credibilità sarebbe definitivamente esaurita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...