Recensione PARANORMAL ACTIVITY 4: Bastavano e avanzavano i primi 3.

Paranormal Activity 4

Anno: 2012

Genere: horror

Regia: Henry Joost, Ariel Schulman

Cast: Katie Featherston, Kathryn Newton, Matt Shively

Nelle sale italiane: 22 novembre

Trailer ENG

Budget e Botteghino

I fagiani reali non mancano e i produttori e i registi di questo quarto capitolo lo sanno bene.

Costato solo 5 ML  di $, gli incassi la momento sfiorano già i 60 ML.

Di questo passo se la gente continua a dargli soldi che non meritano arriveranno fino a Paranormal Activity 19…

Recensione e Trama

Sono passati cronologicamente 5 anni dai fatti raccontati nel primo PA e in questo nuovo capitolo troviamo una nuova famigliola che dovrà vedersela con fastidiose presenze demoniache che in un primo momento inzieranno a fare scherzetti e a lasciare piccoli indizi, ma che ben presto terrorizzeranno la suddetta famigliola, in particolare la giovane biondina che vediamo nel poster del film, che insieme a un suo amico, sarà la prima ad accorgersi che qualcosa non va.

Senza svelar troppo della trama, che viene comunque ampiamente descritta nel trailer, vedremo in un crescendo di fenomeni paranormali, la famiglia dapprima non dare importanza alle stranezze riscontrate, per poi verso la fine, come da consuetudine ormai per questo film ideato da Oren Peli, veder morire uno a uno i membri dell’allegra famigliola.

Quali sono quindi le novità rispetto ai precedenti PA?

Pressochè nessuna.

La storia inizia e poi termina esattamente nello stesso modo a cui i primi 3 capitoli ci avevano abituati, il budget di 5 ML di $ permette certo di offrire effetti speciali abbastanza convincenti, ma il punto è che quello che vediamo è tutto stato rigorosamente rubato da altri film, alcuni più vecchi (come la scena in cui la ragazza fluttua sul letto nel sonno, che ci ricorda l’Esorcista e altri milioni di film), e altri che invece si ispirano a pellicole più recenti, come Grave Encounters, di cui possiamo apprezzare le scopiazzature verso la fine del film.

Altra domanda che probabilmente vi state chiedendo è se questo ultimo capitolo (per ora…) riesce comunque a spaventarci.

Paranormal Activity 4 usa come già detto gli stessi stratagemmi dei primi 3 capitoli, sfruttando l’effetto vedo non vedo e usando apparizioni improvvise, quindi se i precedenti film vi hanno spaventato è possibile che anche questo non fallisca, ma i momenti salienti, che non sono poi molti, si concentrano comunque verso la fine, e tutto ciò che precede non è davvero esaltante.

Perchè non cercare di fare qualcosa di differente, spiegando magari in maniera più appofondita il perchè di questi fenomeni invece di ripercorrere con ogni film le stesse tappe etc etc?

Immagino la risposta sia nei grassi incassi finora maturati che ne giustificano, almeno a livello commerciale, la rodata formula, qui riproposta ancora una volta.

In conlcusione, da vedere magari in Dvd se siete amanti del genere, ma io i soldi del cinema non credo li valga.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...