Recensione END OF WATCH (TOLLERANZA ZERO): Azione e emozioni a go-go. Un film che non conosce la parola noia.

End of Watch (Tolleranza Zero)

Anno: 2012

Genere: crimine, dramma, thriller

Regia: David Ayer

Cast: Jake Gyllenhaal, Michael Peña, Anna Kendrick e altri

Nelle sale italiane: 22 novembre

Trailer ITA

Torrent (Mi son stufato di mettere i link torrent, tanto vedo che quasi nessuno li sfrutta, quindi cercateli da soli che tanto siete capaci o se proprio non ce la fate mandate un email o lasciate un commento e vi illuminerò volentieri)

Budget e Botteghino

Costato “solo” 7 ML di $, questo film ha avuto un buon successo, con incassi che al momento sfiorano i 40 ML di $, e tuttavia deve essere proiettato in diversi paesi.

Questa volta sono soldi a mio parere meritati.

Il titolo del film, tradotto come spesso accade “alla cazzo di cane” dai soliti ignoti in Tolleranza Zero (?!?), si riferisce in realtà al giro di ricognizione (End of Watch) appunto che fanno i poliziotti.

Recensione e Trama

Non sapevo proprio cosa aspettarmi da questo film, ignorando che si trattasse dell’ennesima pellicola girata in presa diretta, così quando l’ho poi scoperto devo dire che mi sono preoccupato si trattasse dell’ennesima ciofeca galattica.

Ho poi visto il voto medio sull’Imdb database e ciò mi ha dato speranza.

Ora a posteriori dopo averlo visionato, devo invece ammettere che si tratta a mio modesto parere di un bel film, avvincente, senza un momento di pausa, con il grande pregio, per come è strutturato, di farci anche affezionare ai personaggi principali seguendone le loro azioni con il fiato sospeso per tutta la durata della pellicola.

End of Watch racconta in presa diretta la vita di due giovani poliziotti di pattuglia a Los Angeles, impegnati in uno dei quartieri più pericolosi e problematici della metropoli californiana.

Ad un primo approccio il film sembra addirittura un reality show made in Usa, ma a differenza di quei programmi spesso ignobili dove raramente succede qualcosa di più interessante che il salvataggio di un gatto su un albero o al massimo qualche inseguimento, al contrario The Watch sprizza energia e thrill da tutte le parti, con tanta azione e tante emozioni e personaggi e situazioni che appaiono davvero credibili (Los Angeles non sembra essere proprio un bel posticino a giudicare dal film…).

La trama del film viene poi resa elettrizzante quando i nostri due agenti, durante un controllo di routine, metteranno i bastoni tra le ruote a un gruppo di criminali parte dei famigerati cartelli della droga messicani, che da quel momento in poi, avranno come unico obiettivo quello di trucidarli come cani.

Tra gli attori ritroviamo Jake Gyllenhaal (Donnie Darko e Brokeback Mountain per citarne un paio) e Michael Peña che tra l’altro è il mio preferito tra i due, (quest’ultimo negli ovvi panni di un agente dalle origini messicane), mentre tra le attrici citiamo Anna Kendrick che il mondo aveva scoperto nel film con Clooney (Up in the Sky), ma che ultimamente sembra essersi guadagnata una posizione di rilievo a Hollywood e che quindi abbiamo visto recentemente in tanti film.

Infine due parole per il buon regista, David Ayer, certo non nuovo a queste tematiche e che già ci aveva raccontato di droga e violenza metropolitana (che in questo film certo non manca) nei suoi primi lavori, Trainig Day e Harsh Times – I giorni dell’odio.

Senza dilungarmi oltremodo, spero riceviate il messaggio puro e chiaro: End of Watch è davvero un film avvincente che se amate il genere non dovreste assolutamente farvi scappare.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, DRAMMA, THRILLER e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Recensione END OF WATCH (TOLLERANZA ZERO): Azione e emozioni a go-go. Un film che non conosce la parola noia.

  1. anya78 ha detto:

    non vedo l’ora di vederlo…

  2. Luca Porrix ha detto:

    Bel filmetto godibile , los angeles ha sempre il suo fascino graffiti gang droga prostitute riti messicani un posto di squali dove i 2 protagonisti di cuore ma un po ingenuotti di certo non reggono il confronto con Vic Mackey e Shane Vendrell di The Shield

  3. emiliano hackett ha detto:

    Buono a sapersi, non conoscevo the shiled e mi rifarò al più presto e poi ti farò sapere!

  4. Pingback: Recensione PRISONERS: Ottimo thriller con un cast davvero eccellente. | prossimamenteneicinema

  5. Pingback: RECENSIONE FURY: Brad Pitt ancora una volta ammazza-nazi nel nuovo film di David Ayer. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...