Recensione SINISTER: Probabilmente il miglior film horror del 2012.

Sinister

Anno: 2012

Genere: horror, mistero

Regia: Scott Derrickson

Cast: Ethan Hawke, Juliet Rylance, James Ransone

Nelle sale italiane: al momento ancora non si sa nulla

Trailer ENG

Budget e Botteghino

Prodotto e ideato dalla stessa casa cinematografica di Insidious, la Blumhouse Productions, possiamo dire che questo film, anche a livello commerciale e non solo creativo, sia molto simile al bellissimo film di James Wan.

Anche qui si è riusciti infatti a creare un buon horror con un piccolo budget di circa 3 ML di $, mentre gli incassi hanno già quasi raggiunto la soglia dei 48 ML di $.

Recensione e Trama

Dallo stesso regista del bel The Exorcism of Emily Rose, dopo aver visto miriadi di ciofeche e film horror inconsistenti se non addirittura ridicoli, eccoci finalmente a poter recensire qualcosa di serio.

Sinister, diciamolo subito, non inventa in realtà nulla di nuovo, ma ripropone la classica storia con fantasmi che abbiamo visto in tanti film, rubando o se preferite ispirandosi a tanti successi del passato come più recenti, rielaborando però il tutto in maniera abbastanza originale e certamente convincente.

La storia, che vede come insolito protagonista per un film horror Ethan Hawke, racconta di uno scrittore specializzato in crimini irrisolti, che, cercando di bissare il successo ottenuto anni prima, trasloca con la moglie e i due figlioletti in una casa che era stata teatro di una tragedia e dove una famiglia era stata sterminata.

Andando in soffitta (se mai dovessi comprare una casa con soffitta come minimo la muro), troverà però in uno scatolone delle pellicole super 8 che raccontano crimini orribili avvenuti in luoghi e momenti diversi, ma che sembrano essere tutti accomunati dallo stesso killer.

Tra questi video, scorgerà anche un ‘orribile entità, sempre presente nei filmati accanto alla scena del crimine, e che ben presto inizierà a tormentare il nostro scrittore anche nella vita reale.

In qualche modo, come dicevamo sopra, Sinister potrebbe tranquillamente ricordare Insidious, per il fatto che entrambi i titoli sono due aggettivi, per la sagacia con la quale sono stati creati i momenti di suspence, per il vedo – non vedo che anche qui la fa da padrone, e per il ruolo importantissimo degli effetti sonori che contribuiscono in maniera decisiva alla riuscita del film spaventando gli spettatori.

La storia cresce poco alla volta, e con il passare del tempo gli eventi si fanno sempre più terrificanti, forse senza farci saltare dalla nostra poltrona con apparizioni improvvise (che comunque non mancano), ma contagiandoci con un brivido lungo la schiena che non ci abbandonerà facilmente.

La quasi totale mancanza di luce (forse uno dei piccoli difetti è che contro ogni logica il protagonista non accenda quasi mai la luce quando si (e ci) risparmierebbe parecchi coccoloni, ma è anche questo il bello direte voi), ne fanno un film dalle atmosfere cupe capace di spaventare davvero, o almeno questo è il feedback disincantato che posso darvi io, visto che stanotte mi sono anche svegliato in preda a un simpatico incubo…

In conclusione, provate a vederlo da soli al buio e poi mi dite.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Recensione SINISTER: Probabilmente il miglior film horror del 2012.

  1. luca porrix ha detto:

    Che dire Bellissimo film mette parecchio il magone se lo vedi da solo a luci spente
    il finale buono e non scontato infatti mi aspettavo che quell’ orco era una persona appassionata di occulto e non un fantasma,tipo uno che traviava i regazzini e che riceveva la giusta punizione finale
    ottimo consiglio mo me scarico Insidious

  2. Pingback: Recensione DARK SKIES: Un mix riuscito tra fantascienza e horror con un finale un pò approssimativo. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...