Recensione CENA TRA AMICI (LE PRENOM): Commedia francese ben fatta e mai noiosa sulla scia di Carnage.

Cena tra amici (Le Prénom)

Anno: 2012

Genere: commedia

Regia: Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte

Cast: Patrick Bruel, Valérie Benguigui, Charles Berling, Judith El Zein

Nelle sale italiane: 6 luglio

Trailer ITA

Budget e Botteghino

Non si hanno notizie precise nè sul budget nè sugli incassi.

Recensione e Trama

E’ fin troppo facile vedendo questo film, fare fin da subito un paragone con l’ultima pellicola (a mio parere deludente) del grandissimo Roman Polansky, Carnage.

Nel film di Polansky ambientato in un bel appartamento a New York, come in questo che invece si svolge a Parigi, troviamo gente di classe medio alta, e in entrambi i casi sono i dialoghi dei protagonisti ad offrire spunti d’interesse per lo spettatore e a costruire la storia vera e propria (che poi in realtà non c’e’).

In questa commedia francese, alcuni amici di vecchia data, si ritrovano a casa di un loro amico professore, dove la moglie, anch’essa insegnante, ha invitato tutti per una sontuosa cenetta in stile marocchino.

La conversazione converge fin da subito sulla scelta del nome che uno di loro deciderà di dare al futuro figlio (da qui il titolo originale Le Prènom, stravolta anche in questo caso …), e per fare lo spiritosone costui decide di mentire e far credere a tutti che chiamerà il suo primogenito Adolphe, in memoria di uno scrittore francese, sostiene lui, ma con l’ovvio risultato di trovarsi invece tutti contrari a questa decisione, vista l’assonanza con il fetuso e tristemente famoso dittatore Adolf Hitler.

Da qui sorgeranno una serie di malintesi e fraintendimenti che durante la serata vedremo arriveranno addirittura a minare la decennale amicizia che lega questo gruppo di amici.

Nel complesso Le Prénom è un film piacevole, reso godibile dai bravi interpreti che vi partecipano e dal brio che pervade le loro conversazioni, con il piacevole risultato, per un film ambientato semplicemente in un salotto, di non essere mai noioso, ma al contrario di stregare lo spettatore per tutta la sua durata.

Dovendo trovare un difetto, oltre alla fortissima somiglianza con il film di Polansky (ma c’e’ da dire che questo mi è addirittura piaciuto di più), il finale mi ha un pochino deluso, ma mi sento di promuovere comunque a pieni voti questo film, che se non avete visto, e siete alla ricerca di qualcosa di diverso, consiglio decisamente a tutti.

VOTO:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema francese, COMMEDIA, CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, DRAMMA e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...