Recensione HATES – HOUSE AT THE END OF THE STREET: Thriller prevedibile con poche sorprese.

house-at-the-end-of-the-street-poster- locandina

U.S.A.

House at the End of the Street

Anno: 2012

Genere: horror, thriller

Regia: Mark Tonderai

Cast: Jennifer Lawrence, Max Thieriot, Elisabeth Shue, Gil Bellows

Nelle sale italiane: 13 giugno

Trailer ITA

Budget e Box Office

Costato 10 ML di $, a livello commerciale il film è andato piuttosto bene, incassando poco meno di 40 ML di $, forse grazie anche alla presenza della Lawrence che di questi tempi va tanto di moda.

Recensione e Trama

Avevo visto questo film diversi mesi fa, e tanto per darvi un’idea di quanto mi avesse colpito, mi ero completamente dimenticato della sua esistenza fino a quando non ho notato che in Italia esce oggi, quindi, mi son detto,  perché non spendere qualche parola per recensirlo?

Innanzitutto a differenza di quanto menzionato nella descrizione, che riprendo dall’Imdb, questo film non ha nulla di horror, ma si tratta semmai di un thriller, e anche poco riuscito.

La trama racconta di una madre e sua figlia che si trasferiscono in un paesino tranquillo, e la sorte vuole che la loro casa, immersa in un tranquillo bosco, sia vicina a quella in cui anni prima una ragazza aveva ucciso i suoi genitori.

La nuova arrivata, Elissa, (Jennifer Lawrence), farà quindi amicizia con l’unico sopravvissuto della tragedia, il fratello (Max Thieriot), mettendo così (giustamente) in grande apprensione la madre, e poco a poco scoprendo che ben altri segreti si celano dietro questa dimora.

Senza addentrarmi oltre modo nella scarna trama di House at the End of the Street e rovinarvi le ben poche sorprese che ha da offrire, sappiate che la debolezza principale di questa pellicola risiede nell’essere veramente prevedibile, senza mai essere capace di proporre qualcosa di interessante, e come ben saprete non c’è cosa peggiore per un thriller.

Giusto per dirla tutta ogni tanto provano a spaventarci con le solite apparizioni improvvise (ma non fraintendetemi, qui non ci sono fantasmi), ma a parte qualche breve momento facilmente dimenticabile, possiamo, senza spendere altre parole, catalogare questo film come modesto e mediocre.

Gli attori non sono malaccio, ma ciò non basta a salvare una storia vista e rivista senza particolari pregi, e che a fine visione ci lascia con l’amaro in bocca, insoddisfatti.

L’unico plus di questo film è stato per me quello di rivedere Elisabeth Shue (nel ruolo della madre di Elissa), famosa anni fa per film come Karate Kid e Cocktail, ma anche in Ritorno al Futuro II e III,  e vista di recente anche in Piranha 3D

Per il resto in giro c’è sicuramente di peggio, ma mai consiglierei di spendere soldi per vedere questo film.

VOTO: 5

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, THRILLER e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...