Recensione ONLY GOD FORGIVES (SOLO DIO PERDONA): Un film pessimo, una grandissima delusione.

only-god-forgives-poster locandina

U.S.A.

Only God Forgives

Anno: 2013

Genere: crimine, dramma, thriller

Regia: Nicolas Winding Refn

Cast: Ryan Gosling, Kristin Scott Thomas, Yayaying Rhatha Phongam, Tom Burke

Nelle sale italiane: 30 maggio

Trailer ITA

Budget e Box Office

Non si hanno notizie precise in merito al budget, mentre gli incassi al momento non superano i 5 ML di $.

Recensione e Trama

Drive è uno dei film che più mi sono piaciuti negli ultimi anni, così quando ho saputo che stava per uscire una nuova pellicola dal regista danese Nicolas Winding Refn, pur avendo letto critiche discordanti, di cui molte non lusinghiere, mi sono deciso comunque ad andarlo a vedere, per toccare con mano e poter dare una mia opinione.

Ancora una volta, a malincuore, devo purtroppo ammettere che a posteriori avrei dovuto evitare, non tanto per i soldi spesi ma per la grande delusione e la forte insoddisfazione provata a fine proiezione.

Only God Forgives è un film pretenzioso, troppo ambizioso e mal eseguito, con una trama che non ha ragione di essere, e dei dialoghi degni di un film muto, per nulla ispirati, vacui.

La storia racconta di due fratelli che trafficano droga a Bangkok, e uno di loro decide di violentare e poi uccidere senza alcuna ragione una sedicenne, e per tale ragione, viene giustiziato in loco dal padre della ragazza, ritenuto anch’esso colpevole per aver lasciato prostituire la figlia, e per questo punito con la brutale amputazione del braccio da parte di un poliziotto.

La storia sarebbe dovuta finire qui, dopo 10 minuti, invece continua con vendette su vendette senza senso, violenza, torture e ancora violenza, alternandosi a scene che vorrebbero riprendere David Lynch, colori scuri che tendono al rosso per le scene in interno, e momenti di apparente pace caratterizzati da canti thai da parte del poliziotto.

Non c’è purtroppo nulla di buono in questo film, e a chi obietterà che anche in Drive Gosling era un uomo di poche parole, sappiate che però in quel caso le poche battute erano perfette,  di classe, e il tutto calzava a pennello con il personaggio.

Non ricordo di essere mai andato al cinema e esserne uscito così deluso come in questo caso.

Infine a tutti quelli che dicono che si tratta di una gemma, di un film fantastico, che il cinema è arte visiva, ribatto che l’arte visiva, (tutta poi da vedere, in quanto a parte scopiazzare Lynch non è che ho visto molto), senza contenuto ve la potete mettere tutta su per il culo.

Only God Forgives è un film davvero inutile, fuori luogo, e visti anche i precedenti di Nicolas Winding Refn, inizio a pensare che Drive sia stato un episodio isolato, una fortunata coincidenza.

 

Ps: Ho poi rivisto il film, e devo dire che la seconda volta mi ha fatto un’impressione decisamente migliore, perché in effetti a livello visivo è molto bello, quindi il voto qui sotto è esagerato in negativo, ma la trama, la storia in sè, sono davvero poca cosa, quindi forse un 6 sarebbe stato il voto giusto, per un film che comunque ha deluso.

 

VOTO: 3

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CRIMINE, DRAMMA, Entertainment, THRILLER e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione ONLY GOD FORGIVES (SOLO DIO PERDONA): Un film pessimo, una grandissima delusione.

  1. ezio ha detto:

    cambiate hobby..recensire non fa per voi..

  2. Luca ha detto:

    senza offesa, ma perchè nn provi tu a fare dei film? REFN è 1 genio e l’ultimo film è 1 capolavoro….x fortuna, nn è x tutti come la vera Arte deve essere

    • emiliano hackett ha detto:

      mi stupisco davvero di tutti questi commenti positivi per un film senza trama, senza dialoghi, il fatto che abbia alcuni momenti interessanti (cosa che io non ho rivelato, ma ci mancherebbe), ispirati poi in maniera evidente a Lynch non mi sembra sia abbastanza. allo stesso tempo il cinema dovrebbe essere il pane di tutti, e fare un film che sia fruibile per un pubblico limitatissimo non mi pare sia granché. se poi avrai voglia di spiegarmi, anche in breve, cosa c’hai trovato di speciale te ne sarò grato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...