Recensione VIVA LA LIBERTA’: Un film piacevole, ironico, intelligente, con un Servillo sempre in forma.

viva la libertà locandina

italia_bandiera

Viva la Libertà

Anno: 2013

Genere: dramma

Regia: Roberto Andò

Cast: Toni Servillo, Valerio Mastandrea, Valeria Bruni Tedeschi, Michela Cescon

Nelle sale italiane: 14 febbraio

Trailer

Budget e Box Office

Come al solito scovare il budget di un film italiano è più difficile che scalare l’Everest a mani nude, mentre gli incassi pare siano stati di poco meno di 2,2 ML di euro.

Recensione e Trama

Di recente ho visto diversi film italiani, tra questi in ordine sparso, Amiche da Morire, Pazze di Me, Sulla Strada di Casa, Studio Illegale e questo garbato Viva la Libertà, tratto dal libro Il Trono Vuoto, scritto da Roberto Andò che è anche il regista di questa pellicola.

Inutile dire che tra quelli appena citati, è sicuramente il film che più mi è piaciuto.

La storia narra di un uomo di sinistra rappresentante del maggiore partito d’opposizione (Enrico Oliveri, interpretato da Servillo), che ricevute delle critiche in una conferenza, e visti i risultati negativi di alcuni sondaggi, decide di sparire all’improvviso ritirandosi a Parigi da una amica di vecchia data per prendersi un periodo di riposo.

Al contempo, il suo assistente, Andrea Bottini (Valerio Mastrandrea), cerca in qualche modo di metterci una pezza, e complice la recente uscita da un ospedale psichiatrico del fratello gemello di Oliveri, Giovanni Ernani, colto professore di filosofia, Andrea decide di tentare l’impossibile sostituendo il filosofo al politico, con risultati che potrebbero sembrare disastrosi, ma che poco alla volta non solo stupiscono lo stesso Andrea, ma riescono addirittura a coinvolgere l’opinione pubblica cambiando le sorti dei sondaggi e del partito stesso, che ritrova fiducia grazie alle parole del suo leader.

Usando uno stratagemma abbastanza inflazionato come quello dello scambio di persona, il regista ottiene però un risultato davvero positivo, narrandoci una storia che con il passare dei minuti diventa sempre più interessante, grazie anche alla simpatia dell’alter ego del politico, che non fa altro che accattivarsi la simpatia dello spettatore, e perché no, grazie anche all’introspezione del personaggio di Oliveri, che poco alla volta riuscirà a riguadagnare la serenità desiderata.

Pur trattando argomenti in qualche modo agnostici per molti, come quello della politica e dei partiti, che rimangono comunque sullo sfondo, Viva la Libertà è un film che invece potrebbe affascinare un pubblico ben più vario di quello che si potrebbe pensare, con personaggi davvero ben disegnati  dal punto di vista umano che vi faranno in qualche modo affezionare a loro, ragion per cui, se non l’avete visto, mi sento di consigliarvelo perché credo vi lascerà con una sensazione di soddisfazione a fine visione, qualcosa di molto raro di questi tempi.

VOTO: 712

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, DRAMMA, Entertainment e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...