Recensione CORPI DA REATO (THE HEAT): Commedia poliziesca al femminile con qualche buona risata.

the-heat-poster locandina

U.S.A.

The Heat (Corpi da reato)

Anno: 2013

Genere: azione, commedia, crimine

Regia: Paul Feig

Cast: Sandra Bullock, Melissa McCarthy, Demian Bichir, Michael McDonald

Nelle sale italiane: 10 ottobre

Trailer ITA

Budget e Box Office

Costato ben 43 ML di $,  gli incassi sono stati però molto buoni fino a toccare la soglia dei 199 ML di $.

Recensione e Trama

La storia è sempre la stessa di tanti altri film che hanno dei poliziotti come protagonisti, qui l’unica differenza è che invece troviamo due poliziotte, diametralmente opposte tra loro, che dovranno cercare di coesistere durante la risoluzione di un caso importante.

Le due in questione sono Sandra Bullock, nel panni di Ashburn, un agente dell’ FBI precisissimo e senza difetti ma anche senza amici, che viene appunto spostata per collaborare con la collega della polizia di Boston cicciona, volgare e fuori dagli schemi Mullins, interpretata da Melissa McCarthy, che abbiamo visto di recente in più di una pellicola, tra queste anche Le amiche della SposaBridesmaids, anch’essa diretta dallo stesso regista di The Heat, Paul Feig.

Insieme, prima con diversi attriti, poi grazie a una sbronza colossale, in completa sintonia, dovranno cercare di smascherare una fitta rete di spacciatori di droga, tra i quali in qualche modo è coinvolto anche il fratello di Mullins, da lei addirittura precedentemente arrestato causando l’ira e il ripudio da parte della famiglia dell’ingombrante poliziotta.

E’ proprio anche grazie alla sua fermezza e alla sua onestà che l’improbabile poliziotta in carne riuscirà poco alla volta ad accattivarsi il rispetto dell’agente Ashburn, che in principio aveva accettato questa missione solo perché costretta dal suo capo in vista di una possibile promozione.

Raccontata ora la trama, possiamo dire che, almeno a mio modesto parere, non è certo questo il punto forte del film, con una storia che si indirizzerà esattamente dove immaginiamo che vada dopo i primi minuti di visione, seppur con qualche sorpresa, anche questa facilmente intuibile, mentre a rendere godibile il film sono alcuni momenti, alcune battute, che almeno nella versione originale mi hanno fatto ridere di gusto in più di un’occasione.

The Heat è tutto qui, senza voler sminuire questa nuova pellicola girl friendly, il film come dicevamo pur se presentando una storia piena di clichè e già vista diverse volte, riesce grazie ad alcune battute e a qualche situazione divertente a farci ridere e a tenerci di buon umore.

Infine, pur se con un cast prettamente femminile, e se diretto da Paul Feig che era stato osannato dalla critica per aver fatto una commedia con donne finalmente divertente (Bridesmaids per l’appunto, anche se quasi quasi io preferisco questo The Heat), sappiate che questo suo ultimo lavoro, così come il precedente, sono fruibili tranquillamente anche da parte di noi maschietti.

Nota di merito anche per la colonna sonora, che pur senza essere un capolavoro, racchiude diversi pezzi orecchiabili e contribuisce a dar ritmo al film.

Insomma, nel complesso, per passare un’oretta spensierata può andare più che bene.

VOTO: 612

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), COMMEDIA, CRIMINE, Entertainment e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...