Recensione DIETRO I CANDELABRI (Behind the Candelabra): Un film piacevole e spassoso, con un cast di livello che ci regala fantastiche interpretazioni.

behind_the_candelabra POSTER LOCANDINA

U.S.A.

Dietro i Candelabri (Behind the Candelabra)

Anno: 2013

Genere: biografia, dramma, romanzo

Regia: Steven Soderbergh

Cast: Matt Damon, Michael Douglas, Scott Bakula, Eric Zuckerman, Eddie Jemison, Dan Aykroyd, Rob Lowe

Nelle sale italiane: 5 dicembre

Trailer ENG

Budget e Box Office

Al momento in cui scrivo non si hanno notizie né del budget speso né degli incassi, il che è anche normale in quanto il film  è stato distribuito solo in qualche paese.

Al contempo, già questo settembre il film sarà disponibile in dvd e bluray in alcuni paesi, ovviamente tra questi non figura l’Italia.

Recensione e Trama

Girando per la città, avevo visto i manifesti pubblicitari di questo film, e passando veloce in bicicletta, avevo pensato tra me e me, ” ecco un altro simpatico film di ricchiotti”, snobbandolo anche un pochino.

Innanzitutto vorrei precisare che non ho nulla contro i gay, altrimenti mi sarei già buttato dal balcone, vivendo ad Amsterdam, che come saprete è una città molto liberale, e sappiate che oltre ad avere diversi amici gay, ne ho anche uno che era uomo, Edwin, e che ora si chiama Erika, seppur devo ammettere che non l’ho ancora visto nei suoi nuovi panni.

Spero di aver reso l’idea, nessuna intolleranza contro gay, lesbiche, etc etc etc !!!

Come accennavo la prima impressione guardando il poster di Behind the Candelabra non è che mi avesse convinto, poi invece il film “mi è capitato tra le mani” e ho deciso di vederlo e devo dire che mi è proprio piaciuto.

La storia, tratta dall’autobiografia di Scott Thorson, nel film interpretato da Matt Damon, narra della tumultuosa relazione, durata 6 anni, tra il giovane Scott e la super star Liberace, nei cui panni troviamo Michael Douglas.

Per chi non lo conoscesse, Liberace fu un cantante e pianista molto famoso per i suoi atteggiamenti stravaganti, gli abiti vistosi e le auto dorate che ebbe il suo momento di fama maggiore tra gli anni 50 e i 70, quando divenne uno degli artisti più pagati al mondo.

E’ proprio verso la fine degli anni 70 che si concentra la trama di questo film, dove troviamo il giovane Scott Thorson che, conosciuto tramite amici il famosissimo Liberace, diventa ben presto un suo pupillo, fino a trasferirsi nella sua lussuosa dimora, e a diventare il suo amante.

Il film è tutto incentrato sula loro relazione, tenuta ovviamente nascosta ai media in quanto Liberace aveva sempre negato di essere omosessuale, e che ci presenta questa eccentrica star nel privato, offrendoci situazioni in alcuni momenti scabrose ma mai pesanti, e anche qualche momento di comicità.

Va detto che la riuscita del film è merito, oltre alla sempre pregevole regia da parte di Soderbergh, di cui abbiamo recentemente apprezzato il thriller Effetti Collaterali, della coppia Damon – Dauglas, che in questo film offre una performance davvero eccellente.

Mi chiedo se il divorzio tra Michael Douglas e Catherine Zeta-Jones non sia maturato dopo che quest’ultima ha visto l’attore nei panni di questo anziano omosessuale, in quanto la sua interpretazione è semplicemente fantastica, sembra una docile e simpatica nonnina, e esprime una grandissima simpatia (e allo stesso tempo potrebbe aver suscitato qualche dubbio nella moglie, ma si scherza ovviamente).

Fatto sta che sia Douglas, che Matt Damon danno davvero il loro meglio in questa pellicola, e tutto il cast li segue confermando una qualità non sempre usuale, specie quando si tratta di etero nel ruolo di omosessuali.

Nel film troviamo infatti anche Scott Bakula e Rob Lowe, che regalano interpretazioni davvero ottime, e con loro, pur non interpretando un gay, anche Dan Aykroyd nel ruolo dell’avvocato di Liberace è davvero molto bravo.

Vedendoli, mi hanno dato l’impressione che si siano divertiti un mondo a giocare a fare le checche, e il film come detto funziona oltre che grazie a una storia mai noiosa ma che anzi offre grande intrattenimento, anche e sopratutto grazie al loro contributo.

In conclusione non fatevi spaventare dai lustrini e dalla locandina, e se avete voglia di vedere un bel film che vi riempia gli occhi a livello visivo e che offra delle validissime interpretazioni, non indugiate oltre e andatevi a vedere Behind the Candelabra.

VOTO: 712

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in BIOGRAFIA, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, DRAMMA, Entertainment e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Recensione DIETRO I CANDELABRI (Behind the Candelabra): Un film piacevole e spassoso, con un cast di livello che ci regala fantastiche interpretazioni.

  1. Babol81 ha detto:

    L’avevo visto al momento dell’uscita americana e n’ero rimasta estasiata. Grandissimo (anche se leppego) Douglas e grandissimo Damon, veramente una piacevole sorpresa!!

  2. Pingback: I MIGLIORI FILM DEL 2013 RECENSITI SU PROSSIMAMENTENEICINEMA. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...