Recensione FRIGHT NIGHT 2 – NEW BLOOD: Non bastano denti finti e pomodoro. Sequel fiacco e poco ispirato, molto inferiore al remake del 2011 con Colin Farrell.

Fright-Night-2-2013-movie-poster locandina

U.S.A.

Fright Night 2 – New Blood

Anno: 2013

Genere: commedia, horror

Regia: Eduardo Rodriguez

Cast: Will Payne, Jaime Murray, Sean Power, Sacha Parkinson

Nelle sale italiane: non si sa nulla, esce direttamente in DVD

Trailer ENG

Budget e Box Office

Non si hanno notizie né sul budget né sugli incassi, anche perché pare il film sia uscito solo in DVD.

Recensione e Trama

Ero rimasto contento del remake di Fright Night, uscito nel 2011, che riproponeva in veste nuova e moderna il film horror cult dell’85, da noi conosciuto con il bel titolo di Ammazzavampiri.

Avendo notato che tra i protagonisti figurava la bella inglesotta Jaime Murray (che avevo visto in Dexter), le aspettative erano abbastanza alte, sicché quando poi mi sono deciso a vedere il film, (ancora una volta…), la mia delusione è stata cocente, ma credo che per quel che offre il film, anche senza alcuna aspettativa, il feedback sarebbe stato comunque negativo.

La pellicola in questione narra di vampiri, ma non i vampiri fighetti a cui siamo stati abituati negli anni più recenti, anche se in questo caso, guardando il risultato finale, forse era meglio vedersi uno dei film della serie Twilight.

La storia è sempre quella, un ragazzo si accorge che una professoressa è in realtà una famelica vampira, nessuno gli crede, con lo sfregio totale di trovarsi oltretutto a Bucarest, nella Romania, celebre patria del conte Dracula.

Senza addentrarmi nella storia, non tanto perché voglia preservarvi le sorprese, perchè semplicemente non ce ne sono, ma proprio perché la trama in sé è abbastanza insignificante, vi racconto giusto qualche particolare per darvi un’idea di che genere di film si tratti.

Una donna viene catturata dalla vampira e messa a testa in giù, in modo che la vampirona possa farsi una cura di bellezza a base di sangue e ringiovanirsi, ma la vittima ha le tette finte, ma che dico finte, fintissime, sicché vediamo chiaramente i classici segni della chirurgia alla base delle tette, che poi ovviamente sfidano ogni legge di gravità, rimanendo immobili.

Ora non dico che la vittima non possa avere le tette finte (che io aborro, per citare Mughini), però dai, non la trovavano una con le tette vere?

O se proprio finte dovevano essere, almeno si poteva evitare di mostrare il taglio sotto le tette, che poi fa molto pornaccio di bassa qualità.

Altro particolare, uno dei ragazzi, dopo essere diventato un vampiro, viene sfregiato, entrando a contatto con un crocifisso, e se prima le bruciature che lo sfigurano si trovano su una parte del viso, dopo qualche scena, senza colpo ferire, ritorna dopo 10 minuti con l’altra parte della faccia sfregiata.

Qui invece cito Marzullo, in quanto la domanda sorge spontanea: ma almeno rivedere il film dopo averlo montato, anche solo una volta, no?

In realtà io temo che l’abbiano anche visto, se ne siano accorti e abbiano pensato che alla fine era lo stesso, tanto il film era già abbastanza squallido a prescindere.

Gli effetti speciali poi non sono speciali per niente, con unghiacce finte, dentiere che neanche a carnevale, e lenti a contatto che si vedono ai festini trance etc etc, neanche con un cast stellare (che qui ovviamente manca), si sarebbe riusciti a ottenere un risultato decente.

Immagino che abbiate capito il succo, Fright Night 2 è un filmaccio davvero pessimo che sconsiglio assolutamente di vedere, anche per chi amasse il genere horror e/o i film precedenti remake o non, di Fright Night.

Da evitare.

VOTO: 412

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione FRIGHT NIGHT 2 – NEW BLOOD: Non bastano denti finti e pomodoro. Sequel fiacco e poco ispirato, molto inferiore al remake del 2011 con Colin Farrell.

  1. Gigo ha detto:

    Non convieni anche tu che, prima di atteggiarti da critico, dovresti cercare di scrivere in Italiano corretto? Perché sennò ok che dai al film 4 e mezzo, ma tu meriteresti un 2.
    In ogni caso “filmaccio davvero pessimo che sconsiglio assolutamente di vedere” più che da blog “politicamente scorretto”, pare da ragazzetto che deve ancora formarsi…

    • emiliano berni ha detto:

      No, io convengo che la tua frustrazione e la tua infelicità sono esponenziali, su questo convengo, altrimenti avresti di meglio da fare probabilmente che venire qui a fare il triste.
      In merito all’atteggiarmi da critico, non mi pare proprio, si tratta di recensioni di film, fatte spesso in fretta e furia.
      In quanto agli errori, che a volte dipendono dalle fretta, a parte una frase all’inizio non vedo grandi disastri, e per finire, il film fa cagare, quindi di che cosa stiamo parlando???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...