Recensione INSIDIOUS: CHAPTER 2 (Oltre i confini del male): Buon sequel, seppur il primo fosse ovviamente superiore.

insidious-2 poster locandina

U.S.A.

Insidious: Chapter 2 (Oltre I confini del Male)

Anno: 2013

Genere: horror, thriller

Regia: James Wan

Cast: Patrick Wilson, Rose Byrne, Barbara Hershey, Lin Shaye, Ty Simpkins

Nelle sale italiane: 10 ottobre

Trailer ITA

Budget e Box Office

Costato solo 5 ML di $, anche questo secondo capitolo si è rivelato una vera macchina per far soldi, tanto che al momento gli incassi sfiorano i 138 ML di $.

Recensione e Trama

Dopo tanta attesa, sono finalmente riuscito ad andare a vedere al cinema il tanto atteso (almeno da me) secondo capitolo che faceva seguito al piccolo capolavoro horror del 2010.

Il team è sempre lo stesso, con alla regia James Wan, e Leigh Wannel che invece ha collaborato alla scrittura della sceneggiatura.

La storia, così come speravo dopo aver visto il primo film, riprende esattamente da dove si era conclusa, se non fosse per un intelligente salto nel passato che apre la pellicola e che ci racconta di quando Josh Lambert (il padre del ragazzino che si addormenta finendo nell’altra dimensione nel primo capitolo), fu aiutato durante una seduta dalla veggente Elise, che come abbiamo scoperto nel film precedente, anni dopo, avrebbe poi aiutato anche il figlio di Josh, Dalton.

Passa poco tempo e ritorniamo al presente, dove si rivede la famigliola felice che cerca di mettersi alle spalle la terribile esperienza, ma di certo non l’aiuta la morte della veggente, che proprio prima di morire aveva fatto una fotografia a Josh, foto nella quale però compare la misteriosa e orribile signora vestita di nero, che già ci aveva terrificato nel film del 2010.

Sicché tra un interrogatorio della polizia, e dei fenomeni paranormali che poco alla volta ricominciano a farsi presenti, e con il padre Josh che non sembra essere la stessa persona, ecco che Insidious: Chapter 2 entra nel vivo, con nuovi personaggi, e sopratutto con tanti e interessanti collegamenti con la storia originale, astutamente inseriti e ben collegati al primo film della saga (dagli ultimi secondi di questo per ora ultimo capitolo si evince chiaramente che presto arriverà anche il terzo, già annunciato).

Tra i personaggi già visti ritroveremo la squadra di acchiappa fantasmi che in questo film, a differenza del primo, regala a più riprese anche qualche momento di comicità per rompere la tensione, spesso martellante, cosa direi nuova per questo film.

E’ infatti la tensione costante, più che la paura vera e propria, che domina questo secondo capitolo, e che ci tiene attaccati alle sedie dall’inizio alla fine, dandoci però anche qualche bello spavento a sorpresa in più di un’occasione, ma nonostante non possa dire di essere rimasto deluso da questo sequel, devo anche ammettere che l’originale era probabilmente, se non certamente, superiore.

Non disperate però, perché nei primi minuti ho versato delle simpatiche lacrime di terrore, quindi il film ha i suoi assi nella manica, statene certi.

Tra i pregi certamente la storia, che ben si adatta agli avvenimenti del primo capitolo, e poi anche il fatto che la trama si diversifichi con ambientazioni e personaggi diversi, che di certo non annoieranno lo spettatore, e come dicevo, oltre a una tensione perenne che vi accompagnerà per tutta la durata, ci sono anche quei classici momenti in cui uno non può che evitare di saltare sulla poltrona, cosa che gli amanti dell’horror apprezzeranno.

Tra i difetti, un pò come era successo col primo film, seppur nella pellicola del 2010 oltre a scopiazzare qua e là c’era un carattere più distintivo, anche qui vediamo che gli autori hanno pescato un pò ovunque, non tanto nella storia in sè, quanto nei particolari (tra tutti cito Josh con la mazza da baseball che insegue la moglie), impossibile non pensare a Shining.

Nel complesso devo dire che pur senza urlare al capolavoro sono rimasto abbastanza soddisfatto da Insidious: Chapter 2, che pur non toccando l’apice come aveva fatto il suo predecessore, mi è sembrato un sequel convincente, non creato solamente per ottenere facili dollaroni, ma che invece fornisce interessanti retroscena e spunti che ben si coniugano al primo film della serie e che faranno felice i fan del primo film, di cui faccio ovviamente parte.

E poi, diciamola tutta, non era davvero facile fare un sequel sullo stesso livello dell’originale, quindi accontentiamoci e riteniamoci soddisfatti.

Consigliato a tutti coloro che hanno amato il primo Insidious, e perché no, a tutti gli amanti del genere horror (ma prima dovete ovviamente vedervi il primo capitolo).

VOTO: 712

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, Entertainment, HORROR, THRILLER e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...