Recensione TULPA – Perdizioni Mortali: Meglio che Zampaglione si dedichi alla Gerini e alla musica, dove pure di certo non eccelle.

tulpa locandina poster

Bandiera Italia

Tulpa – Perdizioni Mortali

Anno: 2012

Genere: horror, thriller

Regia: Federico Zampaglione

Cast: Claudia Gerini, Michele Placido, Federica Vincenti, Nuot Arquint, Laurence Belgrave, Michela Cescon, Yohann Chopin

Nelle sale italiane: 20 giugno 2013

Trailer

Budget e Box Office

Non si sa molto del budget mentre gli incassi sono stati molto deludenti, circa 70 mila euro.

Recensione e Trama

Avrei tanti altri film più recenti da recensire, ma semplicemente non ho resistito a scrivere qualche parola sul film di Zampaglione che vede protagonista la Gerini, sua compagna nella vita, oltre alla partecipazione di Michele Placido e altri attori semi sconosciuti.

Tulpa racconta di una serie di omicidi brutali che colpiscono persone in qualche modo vicine al personaggio di Lisa, donna in carriera interpretata dalla Gerini, che ama perdersi dopo lavoro in tetri clubs di scambisti.

Senza una ragione apparente, questi fortunati che hanno avuto modo di consumare sesso con la Gerini (Lisa), vengono uno alla volta uccisi con torture medievali e a volte anche un pò fastidiose, e il tutto sembra girare attorno a un tulpa, che, apprendo dal film, ma cito wikipedia, si può spiegare così:

Il significato della parola definisce un’entità incorporea creata attraverso particolari metodi meditativi sviluppati dai monaci, soprattutto i grandi lama tantrici. Secondo tali credenze l’essere, che vive nel piano astrale, può essere visualizzato sotto molteplici aspetti, soprattutto quello animale, da altri monaci raccolti in meditazione.

 Esistono narrazioni di combattimenti effettuati attraverso tali creature come rappresentazione morfologica della volontà del loro creatore.”

Se creato inconsciamente, questo Tulpa può rivelarsi pericoloso e maligno, nonché incontrollabile.

Veniamo ora al film.

Tulpa -Perdizioni Mortali è una cacca grande e puzzolente di film, e si vede chiaramente che è frutto delle idee e delle azioni di un principiante (la Gerini pare non abbia saputo consigliarlo, e se lo ha fatto, il risultato finale non lo mostra), con attori che per la loro incapacità ricordano quelli di un film porno di serie b, e mi spiace, devo includere in questo gruppo anche la Gerini, che semplicemente non sa rendere un personaggio di un thriller, con espressioni che invece di acuire la tensione (pressoché assente), fanno più pensare a una demente, o ancora a uno scherzo.

La trama è poi statica, rigida, con questi omicidi truci che si susseguono senza una ragione, e senza il minimo interesse da parte dello spettatore, dato che le vittime non sono state introdotte in maniera dovuta, chi vede il film se ne strafrega alla grande di quale sia la loro sorte.

Chiamarlo thriller poi è una bestemmia, in quanto tale parola presuppone che ci sia suspense, che lo spettatore sia coinvolto in qualche modo, mentre qui come accennavo si tratta di uno stillicidio senza capo né coda di omicidi, peraltro ingiustificati, e non si fa nulla per cercare di far crescere il ritmo, fino al finale patetico, quando viene rivelato l’assassino in un momento quasi imbarazzante.

Non vi svelerò chi è l’assassino, seppur poco cambierebbe, ma per darvi un ‘idea di quanto sia demente questo film, farò il seguente esempio, che spero vi dia un’idea: immaginatevi che la Gerini (la chiamo sempre Gerini, tralasciando il nome del personaggio in quanto quest’ultimo è così flebile da dubitarne la sua esistenza persino su celluloide), vada a fare colazione tutti i giorni in un bar, scambiando ogni tanto una parola col barista mentre costui le prepara un cappuccino.

Senza che il barista abbia alcuna parte di rilievo nel film e nella storia, con una presenza totale di circa 40 secondi, alla fine scopriamo che è lui l’assassino…

Per citare altre follie, questa volta narrative, uno degli uomini scambisti con i quali la Gerini fa una bella trombatona, viene da lei avvisato di stare attento, ma la Gerini al contrario non è che si preoccupi della propria incolumità, no, questo non la sfiora per nulla, come se lei fosse estranea al tutto, quando invece uno a uno muoiono tutte le persone con le quali aveva fatto sesso negli ultimi giorni.

Per fare un altro esempio di quanto questo film sia modesto, un personaggio viene ucciso tagliandogli le vene, ma non riescono a fare bene neanche questo, le vene vengono tagliate nel senso sbagliato, così ci vogliono 10 anni a morire (e vorrei che capiste che non lo so per esperienze vissute, ma son cose risapute).

Insomma, credo sia più opportuno che Zampaglione, di cui poi non so nulla e del quale ignoro anche la sua produzione musicale, si dedichi piuttosto alla Gerini e a fare le cose zozze con lei e i threesome senza l’uso di telecamere e necessariamente farci un film sopra, credo ne gioveremo tutti, loro in primis.

VOTO: 312

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), cinema italiano, Entertainment, HORROR, THRILLER e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione TULPA – Perdizioni Mortali: Meglio che Zampaglione si dedichi alla Gerini e alla musica, dove pure di certo non eccelle.

  1. Grazia Menini ha detto:

    Ciao mio caro fallito di un recensore…”meglio che si dedichi alla musica dove non eccelle”..
    Hai presente che mega successo hanno fatto i Tiromancino con LIBERI l’ ultimo splendido singolo? sono ovunque in radio, youtube, itunes.. e tu? tu che hai fatto nella tua vita? per guadagnare cio’ che Zampaglione prende in mezz’ ora, ti tocca lavorare 3 anni.
    Suicidati povero sfigato.
    Grazia M

    • emiliano berni ha detto:

      In principio, quando ricevevo questo tipo di commenti gratuiti e fuori luogo me ne meravigliavo, poi mi sono rassegnato alla triste realtà.

      Non ho presente il “mega successo” di Liberi, la musica italiana in generale fa cagare, tutta, ben rappresentando un paese ridicolo, e i tiromancino non fanno eccezione, anzi, per me sono proprio il nulla, ma a prescindere da questo, in quanto ognuno ha i suoi gusti, cosa c’entra che siano diffusi commercialmente?
      Anche di cerebrolesi come te è pieno il mondo, e anche le zoccole fanno tanti soldi e si comprano gli appartamenti in centro, ma non giudicherei da questo se sono bravi o no, specialmente ripeto quando il pubblico è quello italiano, da te credo fedelmente rappresentato, seppur grazie a dio non sono tutti come te, la maggioranza temo di sì da quel che vedo e sento.
      Detto questo, io guadagno bene, anche troppo per quel che faccio, ho un lavoro bello e che mi piace, vado in vacanza 5 volte l’anno, e vado ai Caraibi, non a Rimini, demente, e sopratutto a differenza tua, poveraccia (e non parlo a livello economico, idiota), ho anche gusti musicali di un certo livello, e non mi ascolto certo i tiramancino, ma non per questo, se qualcuno non apprezza la musica o i film che piacciono a me, mi permetto di insultarli.
      Non credo poi che Zampaglione faccia tutti questi soldi, anzi, ma come spiegavo non è questo il punto, sei sicuramente una persona molto triste avendo questi canoni, non tutto si misura coi soldi, altrimenti vai a fare i pompini ai vecchi (o forse già sei nel business???), ti ci vedo bene, se non sei un cesso di prima categoria, magari qualche soldo, per te così importante, riesci anche a farcelo, ma facile tu sia un catamarano, e che sia frustrata e infelice, e di certo una demente sennò non scriveresti quelle cose, stesso discorso se fossi sessualmente soddisfatta, ma anche questo non mi pare il tuo caso.
      Spero tu abbia 13 anni e tante speranze (lo spero davvero, la classica demente che si incazza se le toccano i suoi cantanti preferiti, che nel tuo caso sono ….i Tiromancino…ahahahah, ridicola), ma se stai messa così e hai raggiunto già la maggiore età, beh, fossi in te invece di scrivere cazzate (tra l’altro la recensione è sul film, anch’ esso orribile) forse spenderei il tempo in altro modo.

      Vai ora, ad ascoltarti sto gran gruppone dei tiromancino…ahahahahahahahahahahaha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...