Recensione TERMINATOR: THE SARAH CONNOR CHRONICLES: Se amate Terminator, una serie TV che potrebbe interessarvi.

sarahconnorchroniclesnewposter locandina

U.S.A.

Terminator: The Sarah Connor Chronicles

Anno: 2008

Genere: azione, dramma, fantascienza

Cast: Lena Headey, Thomas Dekker, Summer Glau, Richard T. Jones, Brian Austin Green, Dean Norris

Trailer ENG

Recensione e Trama

Chissà forse voi che leggete già sapevate bene dell’esistenza di questa serie e magari l’avete anche già vista tutta (nonostante in molti si siano lamentati si è fermata infatti solo alle prime due serie), ma io non ne sapevo nulla, e devo riconoscere che, dopo aver visto quasi 3 puntate, questo Terminator: The Sarah Connor Chronicles è proprio una figata.

La storia riprende subito dopo gli eventi di Terminator 2 – Il Giorno del Giudizio, sicchè troviamo mamma Connor e figlio, che nonostante nel film abbiano sventato la fine del mondo eliminando le uniche tracce del precedente Terminator, si ritrovano a dover lottare contro queste macchine da sterminio, in quanto qualcosa pare essere andato storto e la fine del mondo non è stata sventata affatto.

Il risultato è che Sarah Connor e John Connor (entrambi attori diversi da quelli del film, come tutto il cast), sono in continua fuga, e il primo episodio inizia proprio con loro che dopo essersi fermati in una cittadina, e nonostante sia Sarah si trovi bene con il proprio compagno e anche il figlio non si possa lamentare, all’improvviso scappano cercando un nuovo posto dove nascondersi.

Arrivati in una nuova cittadina, il primo giorno di scuola mentre il professore fa l’appello, al momento di chiamare John Connor, si scopre invece che si tratta di un infame Terminator.

La cosa figa è che in questa serie, il John Connor che vive nel futuro, invece di aver spedito il classico Terminator omaccione alla Schwarzenegger, ha fatto sì che in difesa di sè stesso arrivi invece una bella ragazzuola con tutte le curve al posto giusto…

Ad avercela una bella topa di Terminator che non solo ti difende, ma chissà, nei momenti più difficili, magari te la dà pure.

Ora, non avendo proseguito con la visione, non so se tra i due nascerà una storia d’amore, ma tutto farebbe pensare di sì, visto che questo Terminator pare essere anche più moderno, capace di mangiare, e forse di molto altro ancora…

Nel frattempo la mamma di John Connor inizia a preoccuparsi, anche perché la giovane topa-Terminator se ne va spesso in giro mezza nuda, attirando così le attenzioni sessuali del piccolo John.

Oltre a questa interessantissima novità, la serie presenta ovviamente Terminators omaccioni in tutte le salse e azione in buone dosi,ma a differenza del film, ciò che distingue più di ogni altra cosa questa serie dal film è la caratterizzazione dei personaggi.

Sarah Connor (interpretata da Lena Headey, anche lei niente male, specie se paragonata alla almeno per me fastidiosissima attrice che abbiamo invece conosciuto nei primi 2 film) è sempre lei, cazzuta, incazzosa, e in paranoia perenne per il figlio John (nei cui panni troviamo invece Thomas Dekker), mentre la topa – Terminator, che dal vero è anche più carina che nella serie, si chiama Summer Glau.

Per finire con la trama, tenete in mente che ovviamente anche l’FBI è sempre alla caccia di Sarah Connor, avendole attribuito la morte del Dr. Miles Dyson (quello che in Terminator 2 aveva creato Skynet), il che creerà nuovi motivi di suspense e azione, con una fuga continua da tutto e da tutti.

Non posso dire altro in quanto non mi sono spinto più in là della terza puntata, ma questa Terminator: The Sarah Connor Chronicles mi sembra per lo meno essere interessante e capace di regalare emozioni e azione a tutti quelli che come hanno sempre avuto un debole per il franchise di Terminator (a proposito, il quinto capitolo che vede il ritorno di Arnold Schwarzenegger sarà nelle sale nel 2015), tanto che se proverete a dargli una chance dubito che ne rimarrete delusi.

Update!!!

La recensione qui sopra è stata scritta sulle ali dell’entusiasmo dopo aver appena scoperto la serie, mentre ora che sono arrivato già a buona parte della seconda serie, ho dovuto correggere innanzitutto il voto, che ho abbassato da 8 a 7, e ho modificato anche il titolo, in quanto con tutto l’amore possibile, non me la sento proprio di dire che si tratta di una serie da non perdere.

Molti degli attori presenti sono abbastanza scarsetti, e la prima serie, dopo le prime 3 puntate si ammoscia un pochino, mentre al contrario la seconda sembra essere più vivace e densa di sorprese (….seppur inizio a dubitare che John Connor e il Terminator topa trombino).

Altro difetto è che alla fine di ogni puntata non c’è quella voglia di vedere l’episodio successivo come invece avviene per le serie fatte meglio, ma nel complesso, se siete fan dei film Terminator, anche se non eccelsa, questa serie potrebbe comunque gustarvi, quindi fossi in voi un’occhiata gliela darei.

VOTO: 7

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), DRAMMA, Entertainment, SCI-FI, serie televisive e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Recensione TERMINATOR: THE SARAH CONNOR CHRONICLES: Se amate Terminator, una serie TV che potrebbe interessarvi.

  1. Pingback: Recensione AMERICAN HORROR STORY COVEN: La terza serie è probabilmente la più bella e godibile di tutte. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...