Recensione 12 YEARS A SLAVE (12 anni schiavo): Gran cast e buon film, ma se avessi potuto, avrei evitato volentieri.

12-years-a-slave-movie-poster

U.S.A.

12 Years a Slave

Anno: 2013

Genere: biografia, dramma, storico

Regia: Steve McQueen

Cast: Chiwetel Ejiofor, Michael K. Williams, Michael Fassbender, Brad Pit, Paul Giamatti, Paul Dano, Sarah Paulson

Nelle sale italiane: 20 febbraio

Trailer ITA

Budget e Box Office

Il film ha incassato ormai circa 110 ML di $, mentre il budget rimane sconosciuto.

Recensione e Trama

“L’evento cinematografico del 2014.”

“Di film così ce n’è uno ogni mille.”

“Magistrale, strepitoso, un film che rimarrà nella leggenda.”

“Potente, magnifico, sbalorditivo.”

Ecco solo alcuni dei tanti commenti entusiasti di critica e pubblico su 12 Years a Slave.

Abbiate pazienza se non stendo fiori per questo film, pur diretto magistralmente e con un cast davvero ottimo, ma con tutto il rispetto, se voglio andare al cinema, non sono questi i film che prediligo e che voglio vedere, anzi onestamente anche la visione casalinga mi ha incupito non poco, ma è forse anche questo uno dei target del film.

A questo punto, dovendo fare un paragone, sono più il tipo che preferisce vedersi The Butler, anche se sicuramente le due storie sono molto lontane tra di loro pur trattando argomenti simili, o ancora, meglio Django.

12 Years a Slave è incredibilmente e tristemente una storia vera, tratta dal libro che lo stesso Solomon Northup (protagonista del film, interpretato da Chiwetel Ejiofor che avevamo visto in 2012) scrisse dopo la sua liberazione, se non ricordo male nel 1863.

Da un giorno all’altro, tramite un inganno, Solomon, uomo libero e anzi anche altolocato, viene rapito e imprigionato, reso schiavo, e gli ci vorranno appunto i 12 anni del titolo prima di riuscire a liberarsi da questa assurda condizione.

Per il resto che altro dirvi?

Si tratta di un storia molto dura, raccontata senza risparmiare nulla, e che, se mai ce ne fosse ancora bisogno, mostra quello di cui sono capaci gli esseri umani, quando stoltezza e ignoranza dominano e vincono su tutto.

Il cast è davvero vario e presenta tanti attori interessanti, tutti bravissimi, anche quando si tratta di un piccolo cameo, come per Giamatti o Paul Dano.

Il film è candidato all’Oscar ed è fresco fresco di nomination come miglior film ai Bafta Awards, quindi non di discute la bontà dell’opera, però, mettendomi come sempre nei panni del cittadino medio, che deve uscire di casa, prendere scooter o macchina, parcheggiare, comprare pop corn, bibite, bomboniere (esistono ancora?), dopo tanto sforzo mai e poi mai andrei a vedermi questo film, anzi, ripensandoci, anche gratis avrei evitato volentieri se non l’avessi dovuto vedere per dovere di cronaca.

In sintesi, per evitare che qualche genio inizi a insultarmi dandomi anche del razzista, ci tengo a precisare bene che giudicare un uomo dal colore della sua pelle, dalla sua religione, etc, è qualcosa di becero che neanche l’ignoranza più grande può giustificare, e se avete dubbi sull’argomento, allora sì, questo film è davvero per voi e dovete vederlo, per gli altri, come al solito fate voi, ma io non me la sento proprio di consigliarlo, a me proprio non è piaciuto, anche se con questa America ipocrita facile che vinca anche l’Oscar come miglior film, che io avrei dato invece a Scorsese.

Ps: Ah, vedendo il trailer, i doppiatori italiani, tanto per uscire fuori dal coro una volta di più, fanno davvero pena in questo film, se proprio volete vederlo, potendo, scegliete la versione originale.

VOTO: 7

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in BIOGRAFIA, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), DRAMMA, Entertainment e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Recensione 12 YEARS A SLAVE (12 anni schiavo): Gran cast e buon film, ma se avessi potuto, avrei evitato volentieri.

  1. Pingback: Recensione NON-STOP: L’azione c’è, il film manca però di logica e realismo ed è tutto già visto. Deludente. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...