Recensione DELIVERY MAN: Vince Vaughn in una commedia “feel good” con qualche risata e sopratutto Cobie Smulders.

deliveryman-poster locandina

U.S.A.

Delivery Man

Anno: 2013

Genere: commedia, dramma

Regia: Ken Scott

Cast: Vince Vaughn, David Wozniak, Cobie Smulders

Nelle sale italiane: nessuna data al momento

Trailer ENG

Budget e Box Office

Costato 26 ML di $ ne ha incassati ben 51.

Recensione e Trama

David (Vince Vaughn) è un uomo simpatico e al quale tutti vogliono bene ma poco serio e sul quale non si può fare affidamento, tanto che quando la sua compagna Emma (la bellissima Cobie Smulders di How I Met Your Mother ), gli dice che è incinta, lo informa anche che ha deciso di crescere il bambino da sola non potendosi fidare appieno di lui.

David, che di professione consegna carne con un furgoncino, scopre però che la clinica del seme alla quale si era rivolto 20 anni prima, ha fatto grande uso del suo seme, tanto che si ritrova ad essere virtualmente padre di ben 533 bambini, di cui 142 decidono di fare causa alla clinica chiedendo che sia rivelata l’identità del donatore, conosciuto con il nome in codice di Starbuck.

A questo punto il buon David, pungolato nel suo orgoglio, riesce ad ottenere la lista dei ragazzi che vorrebbero scoprire l’identità del donatore, e in totale segretezza, cerca di entrare in contatto con alcuni di loro, con la speranza di poterli aiutare come un qualsiasi buon padre farebbe con i suoi figli.

Lo vedremo allora frequentare la piscina perché uno dei “suoi” ragazzi fa l’istruttore di nuoto, supportare un altro che suona nel parco, e sostituire al bancone del bar dove lavora l’ennesimo figlio che vorrebbe assentarsi per un provino per una parte come attore, cosa che non potrebbe fare se non ci fosse il buon samaritano a offrirsi come suo sostituto, spuntando dal nulla.

Il film è in pratica tutto qui, ci sono naturalmente altri piccoli eventi verso il finale che porteranno David a dover scegliere se restare anonimo o rivelare la sua identità con i ragazzi, con i quali nel frattempo, si è creato anche un rapporto di affetto e amicizia.

Nel complesso il film non è malaccio, e ci sono anche un paio di occasioni nelle quali mi sono fatto due risate, ma se dovessi dirvi che è un bel film e che dovete vedervelo assolutamente, sarei folle.

Delivery Man è una pellicola innocua, ma che in alcune occasioni tende troppo verso il genere strappalacrime, se è questo il tipo di film che volete vedere, fatevi avanti, altrimenti pur con tutta la simpatia per Vaughn, meglio evitare, o noleggiarlo in dvd o ancora quando sarà disponibile nei cestoni dell’Autogrill a 1,50 euro.

O forse, l’unica altra ragione per vedere questo film è Cobie Smulders.

Non esiste donna nel mondo dello spettacolo che mi piaccia di più, persino la mitica Amber Heard al confronto è una piccola cacca di piccione sbiadita, e se avete anche voi visto How I Met Your Mother (che però in italiano è semplicemente ridicolo e non fa ridere), allora saprete che oltre a essere bella è anche simpatica.

A me piace un casino, se un giorno la incontro, le dò una botta in testa e la sequestro per un paio di giorni minimo.

Eccola:

Cobie-cobie-smulders-1068633_1536_1920  Cobie-Smulders-Cbs-Desktop-Wallpaper  cobie te amo  Cobie_Smulders(1)

Il voto qui sotto ovviamente si riferisce al film, mentre Cobie merita un 13, in una scala da 1 a 10.

VOTO: 512

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), COMMEDIA, DRAMMA, Entertainment e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...