Recensione GODZILLA: Una delusione grande quanto…Godzilla.

godzilla-2014-poster locandina

U.S.A.

 Godzilla

Anno: 2014

Genere: azione, avventura, fantascienza

Regia: Gareth Edwards

Cast: Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Olsen, Bryan Cranston, Ken Watanabe, Juliette Binoche

Nelle sale italiane: 15 maggio

Trailer ITA

Budget e Box Office

Non ci sono ancora i dati del debutto Usa, ma nel mondo in 2 giorni ha già incassato 20 ML di $.

Il budget pare invece sia stato di 160 ML di $.

Recensione e Trama

Che bambacione che sono, anche questa volta mi hanno fregato.

Avevo letto le prime recensioni ed erano tutte entusiaste, sicché, pur conscio di trovarmi di fronte a un film main stream dove la storia avrebbe lasciato a desiderare, visto che gli effetti speciali sono decantati da tutti come fantastici (e devo dire che sono in effetti ottimi), con un cast che annovera il mitico Bryan Cranston di Breaking Bad, pensavo che mi sarei comunque divertito e che il film mi avrebbe intrattenuto dall’inizio alla fine.

Mi sbagliavo, eccome se mi sbagliavo.

Diciamo innanzitutto che il ruolo di Bryan Cranston (Joe Brody) dura non più di 20 minuti, poi tutto il resto del film si centra sul figlio Ford interpretato da Aaron Taylor-Johnson e su sua moglie Elle (Elizabeth Olsen), che in questo pandemonio di distruzione si perderanno tra milioni di persone in fuga ma si ritroveranno con una facilità irrisoria, che sa tanto di ridicolo, di beffa.

Entrambi questi attori non apportano nulla al film, e certo le loro battute scontate non li aiutano, stesso discorso purtroppo per il buon Watanabe che sembra un pesce fuor d’acqua.

Ford Brody (Aaron Taylor-Johnson) riesce a scamparla decine di volte giusto per un pelo mentre tutti attorno muoiono, c’è un disastro in una centrale nucleare, si salva solo lui… un treno viene attaccato da Godzilla (& friends, in quanto attenzione perché oltre a Godzilla ci sono altri due mostricioni mutanti), e chi è l’unico sopravvissuto? Lui ovviamente.

Potrei andare avanti per molto.

Altra cosa che non ho capito, ma non sono mai stato un fan del film originale quindi non so se il tutto sia stato ispirato alla pellicola del 1954 o se abbiano cagato fuori dal vasetto solo in questo film, ma qui, come accennavo sopra, oltre al classico lucertolone gigante, troviamo questi MUTO, che sono dei mostri simili a Godzilla, di cui uno effettivamente molto figo in quanto dotato anche di ali, con i quali poi Godzilla si scontrerà in un combattimento epico quanto noioso.

E qui arriviamo alla nota più dolente di tutto il film, Godzilla è assolutamente privo di tensione, non c’è suspense, non dico che ci si annoi ma la storia prosegue senza mai appassionare lo spettatore, grazie anche ai personaggi la cui caratterizzazione è davvero povera, ma anche e sopratutto a una storia piatta, priva di verve, mai interessante.

Per fare un esempio, restando in tema di film catastrofici, pellicole come 2012 o il più recente World War Z sono molto più spassosi, l’azione è dinamica e c’è un sacco di thrillsuspense, vedendoli ci si emoziona, ci si diverte, e non sono meno spettacolari di Godzilla.

Tutto questo appena descritto manca in Godzilla, un film che pur annoverando qualche scena interessante (tipo la sequenza del lancio col paracadute che vedete nel poster, ma ce ne sono anche altre) ho trovato di una piattezza allucinante, sono uscito dal cinema vuoto, privo di emozioni, tranne un ‘unica eccezione: la delusione.

Ricapitolando, non che mi aspettassi un film con una storia di qualità, si sa che questi film si basano su storie semplici e poco originali e che l’Happy End è doveroso seppur inverosimile, ma il problema è che in questa nuova versione a parte gli effetti speciali non c’è davvero nulla per cui valga la pena di vedere il film, e gli effetti speciali, pur eccellenti, non sono abbastanza da soli per giustificarne la visione.

VOTO: 512

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AVVENTURA, AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, SCI-FI e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Recensione GODZILLA: Una delusione grande quanto…Godzilla.

  1. Pingback: Recensione MONSTERS: L’opera prima del regista di Godzilla è un bel film senza pause e tempi morti, molto meglio del lucertolone gigante appena uscito nei cinema. | prossimamenteneicinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...