RECENSIONE FURY: Brad Pitt ancora una volta ammazza-nazi nel nuovo film di David Ayer.

FURY LOCANDINA POSTER

U.S.A.

Fury

Anno: 2014

Genere: azione, dramma, guerra

Regia: David Ayer

Cast: Brad Pitt, Shia LaBeouf, Logan Lerman, Michael Peña

Nelle sale italiane: 29 gennaio

Trailer ENG

Budget e Box Office

Costato 68 ML di $ ne ha già incassati 172, quindi almeno al botteghino, missione compiuta.

Recensione e Trama

Contro ogni previsione ecco una nuova recensione di cinema dopo mesi, e a proposito, prossimamenteneicinema alla fine non cambia nome in quanto tanto il  nome del sito non era modificabile, quindi lasciamo tutto come sta e facciamo finta di nulla.

Quest’oggi parliamo dell’ultima fatica di David Ayer, che già ci deliziò con End Of Watch (Tolleranza Zero) che vede tra l’altro come co-protagonista il buon Michael Peña che ritroviamo anche qui in Fury a far compagnia a Brad Pitt e soci.

Di che tratta innanzitutto Fury?

Ambientato nelle ultime fasi della seconda guerra mondiale, ha come protagonisti una truppa di valorosi americani che dovettero scontrarsi contro le armate tedesche che pare avessero carri armati di ben altra fattura, ennesima ode al coraggio per questi soldati che si trovarono a fronteggiare un nemico molto più forte di loro, per lo più in terra straniera, ma d’altronde non è che sia una novità come gli americani usino anche questi mezzi per auto-fomentare il loro nazionalismo.

Dimenticando ora ogni propaganda politica che da sempre accomuna questo tipo di pellicole made in Usa, possiamo sicuramente dire che il film è certamente godibile dall’inizio alla fine, riuscendo a mantenere alta la tensione per tutta la sua durata, più di due ore (214 minuti per la precisione), ma non temete, passeranno in un soffio.

La trama non è rilevante, seguiamo questo manipolo di soldati che si spostano in carro armato (Fury per l’appunto come di evince anche dalla locandina qui sopra) cercando di salvare la pellaccia e di uccidere il maggior numero di tedeschi, il tutto visto principalmente con gli occhi del veterano Don ‘Wardaddy’ Collier (Brad Pitt) che entra però in collisione con la recluta più giovane e naif, Norman Ellison, nei cui panni troviamo Logan Lerman.

Inutile dire che alla fine la guerra vincerà sopra tutto e tutti.

Un pò come il precedente End of Watch, anche questo è un film che va visto tutto di un fiato, crudo, come è giusto che sia un film sulla guerra, violento e realista, a parte, lasciatemelo dire ma potrebbe essere la mia ignoranza, gli spari che più che ricordarci la seconda guerra mondiale pare siano usciti dall’ultimo episodio di Star Wars, con traiettorie di proiettili che spaziano dal verde al rosso, e ditemi ciò che volete ma paiono proprio lasers.

Per chiudere, qualche parola sul cast, dove oltre a Brad Pitt che già con Tarantino aveva fatto stragi di tedescacci nazi, e al giovane Logan Lerman, troviamo anche Shia LaBeouf, nei panni di un soldato che per la maggior parte del film si liscia i baffi, legge o piange (sopratutto piange con gli occhioni grandi come quelli di un cartone giapponese).

In conclusione, tra i film di guerra, di recente avevo preferito Lone Survivor, e tornando ancora più indietro citerei anche Saving Private Ryan (se non altro per la fantastica scena d’apertura), ma lungi dall’essere un capolavoro anche Fury non è male affatto, di certo non vi annoierà, quindi se vi piace il genere (e Brad Pitt) dategli una chance.

VOTO: 7

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), CONSIGLIATI DA prossimamenteneicinema, DRAMMA, GUERRA e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...