Recensione THE WALKING DEAD: Una serie noiosa, demente, senza sorprese e senza emozioni… ma dal successo planetario.

poster the walking dead locandina

U.S.A.

The Walking Dead

Anno: 2010

Creato da: Frank Darabont

Recensione e Trama

Mi ritrovo a scrivere qualche riga su questo dead walking blog , un pò per noia, un pò perché ho completamente perso ogni voglia di vedere films in generale, e quindi avendo visto diverse serie di questo tanto acclamato The Walking Dead, volevo esprimere la mia modesta opinione (e se non siete d’accordo esprimetelo in maniera civile, o d’ora in poi sarete censurati, sono stanco di cerebrolesi che si sentono offesi manco il film o la serie in questione l’avesse girata il papà morto di leucemia).

Non riesco a vedere films perché semplicemente non riesco più a concentrarmi, e dopo tanto tempo passato in modalità passiva (beh, non è che prima vedessi solo film e basta…facevo anche altre cose), ora non riesco più a vedere nulla, a meno che il film non mi prenda nei primissimi minuti, cosa abbastanza rara.

Tra l’altro molti bei film si sviluppano anche lentamente, ci vuole pazienza, dote della quale da sempre sono stato poco provvisto, ma ora…nessuna speranza, con il risultato che in pratica vedo solo Shameless e poco altro, mi sono rotto i coglioni persino di Better Call Saul (di cui ho però imparato a suonare il gingle iniziale 🙂  ).

In compenso continuo a dipingere e mi sono comprato anche una Gibson, ricominciando a suonare la chitarra dopo anni, sto migliorando tantissimo, e ho anche imparato il solo di “You only live once” degli Strokes, che, almeno per quanto mi riguarda, proprio facile non è, anzi, è velocissimo, e non sapete che soddisfazione quando sono riuscito a riprodurlo abbastanza fedelmente :-).

Se volete una vita felice, il mio consiglio di base è: fate surf, suonate uno strumento musicale, leggete quando potete e fate qualcosa di artistico/creativo, non siate vegetariani, almeno con me funziona come formula, ma certo non siamo tutti uguali, per fortuna aggiungo.

Dopo questo inciso, torniamo a questa cagata di serie chiamata “The Walking Dead“.

Con un voto medio su Imdb database pari all’8,7 si potrebbe pensare di trovarsi davanti a una serie di tutto rispetto, mentre invece, più la guardo (cosa che faccio con cervello spento, non fraintendetemi, visto che bastano due neuroni ubriachi per seguirla), più non posso che chiedermi il perché di tanto successo.

Un mio caro amico che non è demente (sembrava almeno…), continuava a invogliarmi, sicché ho iniziato il percorso anche io, e tolta la noia che caratterizza le prime due serie (che ho interrotto più volte), a partire dalla terza (o dalla quarta, non ricordo bene), qualcosa in più si muove, ma per poco, infatti la quinta ritorna a essere noiosa come un’attesa alla Usl all’ora di punta.

E dire che mi sono sempre piaciuti i film horror, questo non è un mistero, e che per dire, giusto per fare un esempio con zombies, Dawn of The Dead (il remake del 2004), oltre ad avere un inizio (e una fine…) da urlo, è proprio un bel film, sempre pieno di azione, suspense, che non ci lascia mai un attimo in pace.

E che dire del film che ha ispirato una generazione, 28 Days Later?

Un filmone (…e anche il seguito non è niente male e annovera un’altra memorabile scena d’apertura che potremmo accostare a quella di Dawn of The Dead).

Gli avrete già visti, sennò datevi da fare!

Qui si parla di una serie, non di un film, seppur mi pare che il budget sia rilevante in questo caso per una serie, ma in The Walking Dead la caratterizzazione dei personaggi è patetica, i protagonisti stessi non sono niente di che, davvero difficile fare il tifo per loro, anzi io spero sempre che muoiano tutti subito, a cominciare da quel coglione del poliziotto cornuto (e che avrà detto si è no 200/300 parole in 5 serie??!!?)

Alla fine di ogni puntata poi, a differenza di tutte le serie di un certo livello, non c’è mai voglia di vedere cosa succede in quella dopo, il tutto è così piatto, sterile, noioso, e se si continua la visione, almeno questo è il mio caso, avviene per sola inerzia.

I dialoghi poi, ahahaahaha… semplicementi ridicoli.

La storia, che poi storia è una parola grossa, grossissima per la trama di questa porcheria, è quasi inesistente, non succede mai nulla, e, chiave di visione per questo “show”, quando gli sceneggiatori non sanno bene che fare, ecco apparire un gruppo di zombies all’improvviso, silenziosi come neanche i topolini tra le mura, e via botte da orbi, decapitazioni varie etc etc.

Che palle, e a ottobre inizia anche la sesta…

Se siete appassionati di The Walking Dead, a parte ignorare evidentemente cosa significhi vedere una bella serie TV, può darsi non siate stati morsi e diventati zombies, come forse avreste anelato, ma un altro virus molto importante potrebbe avervi nel frattempo contagiato: quello della demenza.

 

VOTO: 4

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in AVVENTURA, AZIONE, CINEMA (Tutti i film recensiti su prossimamenteneicinema), Entertainment, HORROR, serie televisive e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Recensione THE WALKING DEAD: Una serie noiosa, demente, senza sorprese e senza emozioni… ma dal successo planetario.

  1. valeria ha detto:

    ok su tutto però Ric ha il suo perchè. 🙂 un saluto da italiana-medio

    • Emiliano Berni ha detto:

      Ciao ciccia!! che bello ritrovarti…spero tutto bene!! In quanto all’italiana media, ci mancherebbe, anche io non credo di appartenere a nessuna élite, anzi mi definisco spesso radical shit, quindi niente di eccelso mi pare 🙂
      Io sinceramente però sto Rick non è che lo apprezzi molto…

      baciotti

      em.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...